Roma, serve la SPALlata Champions

Roma, serve la SPALlata Champions

A Ferrara i giallorossi hanno l’occasione per avvicinare il quarto posto, aspettando il derby di Milano. Ranieri ancora in emergenza

di Redazione, @forzaroma

La rincorsa prosegue, nel tardo pomeriggio (ore 18), sulla via Emilia dove la Roma scende in campo al Mazza contro la Spal. E, in attesa di conoscere il verdetto del derby di domani sera a San Siro, deve accorciare il distacco dal Milan terzo e dall’Inter quarta, in vantaggio rispettivamente di 4 e 3 punti, scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

Ranieri si dedica principalmente al suo gruppo. Da riequilibrare in campo, sia nella testa che nell’assetto. I concetti offerti in questi giorni ai suoi interlocutori sono i più normali che ci siano, con l’intento di rendere il 4-4-2 compatto e per certi versi blindato.

Spinta, da dietro, solo a destra, con Karsdorp o Santon. Muro con 3 centrali difensivi: Jesus spostato sulla fascia sinistra per il rientro di Fazio accanto a Marcano. Non spetta a loro verticalizzare, ma al massimo lanciare verso l’attacco. Il centrocampo avversario è da saltare per evitare il pressing dei rivali, anche Olsen si deve adeguare. La mossa è studiata per prevenire i contropiede corti che spesso sono stati fatali ai giallorossi. Come esterni alti, rivedremo Zaniolo (confermato l’interesse del Real Madrid) o Kluivert ed El Shaarawy, la coppia di riferimento della vecchia gestione, almeno nell’ultimo periodo.

Davanti Dzeko in coppia con Schick che, però, non parte in linea con il compagno, ma più basso.  La Spal non vince in casa da 11 giornate. Soprattutto è la squadra che, da 18 partite, va più piano in A: solo 11 i punti raccolti su 54 a disposizione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy