Da presunti bidoni a titolari, la squadra che non ti aspetti

Da presunti bidoni a titolari, la squadra che non ti aspetti

Protagonista della formazione della rinascita è sicuramente Davide Santon. Accolto da fischi e critiche, l’ex terzino nerazzurro ha respirato a Roma quel clima di serenità smarrito da tempo

di Redazione, @forzaroma

C’è una formazione di calciatori rinati con la nuova maglia, in queste prime otto giornate di campionato, scrive Eleonora Trotta su Il Messaggero.

In porta Ospina; Malcuit, Tonelli, Maksimovic, Santon nei quattro di difesa; Srna, Gerson, Meite a centrocampo con l’elastico Gervinho; davanti Boateng e Defrel.

Tutti nuovi acquisti, tranne Maksimovic, tornato al Napoli dal prestito allo Spartak Mosca e ora tra i protagonisti del gruppo azzurro di Ancelotti. Un altro protagonista della formazione della rinascita è sicuramente Davide Santon. Accolto da fischi e critiche, l’ex terzino nerazzurro ha respirato a Roma quel clima di serenità smarrito da tempo.

La stima del ds Monchi è stata, poi, rilanciata da Di Francesco, che lo ha premiato con una maglia da titolare contro Lazio, Frosinone e Empoli. Lui ha risposto con prestazioni convincenti.

Da Roma a Torino: Cairo festeggia l’acquisto di Meité, esploso con Mazzarri in panchina. A Bordeaux, dove era in prestito dalMonaco, il centrocampista aveva fatto solo intravedere quelle apprezzabili doti ora annotate anche da Milan e Inter. La Fiorentina si coccola invece Gerson mentre il Cagliari festeggia l’innesto a parametro zero dell’esperto Srna. A proposito di calciomercato, Gregoire Defrel (5 gol) sarà sicuramente tra i protagonisti della prossima sessione estiva. La Sampdoria potrebbe infatti riscattarlo dalla Roma (14 milioni), per poi rivenderlo in Premier a circa 20-22 milioni.

Finale dedicato ai due affari come-back, low cost, Gervinho e Boateng. L’ex giallorosso, dopo un periodo anonimo in Cina, ha ripagato tutta la fiducia del Parma con tre gol e una serie di galoppate della versione romanista. Ritorno con i botti pure per Boateng: al ritmo di rovesciate, reti e dribbling, è diventato sempre più leader dello spumeggiante Sassuolo di De Zerbi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma