Benvenuti al Totti show: assist e magie per tutti

Totti illumina la scena. Sul 3-0 serve Dzeko con uno dei suoi passaggi «no look» da centrocampo; sul 4-0 avvia l’azione a un tocco per Salah, che poi manda in porta il bosniaco

Una differenza imbarazzante di qualità ed esperienza cala sulla partita fin dall’inizio, con Spalletti che punta su 4-2-3-1 e, per la prima volta in assoluto sotto la sua gestione, su Totti titolare. La Roma cerca di dimenticare la sconfitta e i veleni di Firenze creando due occasioni da gol nel primo minuto e colpendo un palo con Dzeko al 5’. Le rete di El Shaarawy al 26’ (assist di Florenzi) è una logica conseguenza. Poi un errore dei calabresi innesca il 2-0 di Salah – uno-due con El Shaarawy che beffa la difesa tutta schierata – e a inizio ripresa i due gol più belli. In tutti e due i casi Totti illumina la scena. Sul 3-0 serve Dzeko con uno dei suoi passaggi «no look» da centrocampo; sul 4-0 avvia l’azione a un tocco per Salah, che poi manda in porta il bosniaco.

Le prossime gare contro Torino (in trasferta) e Inter (all’Olimpico) diranno la verità sulla Roma. Nel frattempo il d.s. Walter Sabatini rende il meritato omaggio a Totti, magari da spiegare anche al presidente Pallotta: «Fortunatamente le gambe di Francesco rispondono ancora, fa cose che altri giocatori molto più giovani di lui non si immaginano nemmeno di fare. Il mio futuro e quello di Spalletti? Il mio è dopo la partita. Spalletti prenderà le sue decisioni, è un grande allenatore, corteggiato da molti, ma è sconsigliabile che leghi il suo destino al mio.Luciano è molto legato alla Roma e penso che in testa ai suoi pensieri ci sia la Roma». Nel frattempo, buon compleanno Capitano. Martedì saranno 40, ma non se ne accorge nessuno.

(L. Valdiserri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy