Dai dilettanti alla Nazionale. Ecco la favola di Luca Antei

Dai dilettanti alla Nazionale. Ecco la favola di Luca Antei

di finconsadmin

(di Alessandro Paoli) In quella che avrebbe dovuto essere la settimana del presunto terremoto che, secondo le previsioni di Raffaele Benandi (alias ‘l’uomo dei terremoti’), avrebbe devastato Roma, la città eterna, nello specifico la Roma calcistica e di fede giallorossa, ha sì tremato, ma non per il sisma mai pervenuto bensì d’emozione per un ragazzone di circa un metro e novanta di nome Luca Antei.

Il colosso (188cm X 76kg), classe ’92, della difesa giallorossa della Primavera di Alberto De Rossi, oltre ad aver ricevuto la prima convocazione in Prima Squadra per la semifinale di ritorno della TIM Cup contro l’Inter terminata 1-1 con conseguente passaggio del turno dei nerazzurri (12-05-2011), ha, aggiungiamo finalmente, ricevuto la prima convocazione in Nazionale della sua carriera per l’amichevole, preparatoria alla UEFA Under 19 Championship – Fase Elite, dell’Under 19 del CT Daniele Zoratto contro i pari età della Macedonia prevista per il 19 Maggio presso lo Stadio Comunale di San Piero a Sieve (Fi), ore 16:30.

La sua storia

Gli inizi

Luca Antei nasce a Roma il 19 Aprile 1992. Inizia a giocare a calcio non prestissimo, intorno ai 9 anni (stagione 2000/2001), quando entra a far parte della Scuola Calcio del Montemario Calcio, società di Roma Nord-Ovest attualmente decaduta nelle gerarchie del calcio regionale, nella quale rimane una sola stagione prima di trasferirsi nella società dilettantistica che lo consacrerà nell’Elite del calcio regionale laziale: l’USD Tor di Quinto.

L’USD Tor di Quinto

Nella società del patron Paolo Testa, storico personaggio del calcio romano, Antei inizia la sua avventura nella categoria Esordienti (stagione 2001/2002), dove si fa notare come centrocampista centrale davanti alla difesa (ruolo che ricoprirà in tutta la sua carriera dilettantistica nel classico 3-5-2 di scuola Tor di Quinto), prima di crescere e togliersi tutte le soddisfazioni calcistiche possibili ed immaginabili a livello regionale.
Nella stagione 2005/2006, categoria Giovanissimi Regionali Elitè (sotto età, quindi con il gruppo classe ’91) vince il primo titolo regionale del suo foltissimo palmares personale battendo in finale al Vigor Sporting Center il Savio per 1-0 (rete di Ciavarro).
L’annata calcistica seguente (2006/2007), Antei disputa nuovamente il campionato Giovanissimi Regioni Elitè, stavolta con i pari età del ’92, ‘rischiando’ fino all’ultimo di bissare il titolo regionale dell’annata precedente, che sfuma però per mano del Savio, impostosi 1-0 sul Tor di Quinto nel rematch del 2006. Consolazione non da poco in quella stagione la vittoria della Nike Premier Cup – Italy (Regione Lazio) che permise ad Antei ed al Tor di Quinto di giocarsi la fase nazionale della manifestazione in quel di Città Sant’Angelo (Pe), dove furono inseriti nel girone con Napoli e la Sampdoria non riuscendo a passare poi il turno.
La vittoria però è nel Dna di Antei e del suo Tor di Quinto che, nella stagione 2007/2008, precisamente nella categoria Allievi Regionali Elitè, disputati sotto età, s’aggiudica la finale regionale battendo per 2-0 l’SS Colleferro Calcio grazie alla doppietta di Maraga all’Arnaldo Fuso di Ciampino (Rm).
La stagione 2008/2009 si apre per Antei con il ritiro, insieme all’amico di mille avventure nel Tor di Quinto, Simone Frasca (classe ’92, attualmente alla SS Villacidrese in Lega Pro – Seconda Divisione, Girone B), con gli Allievi Nazionali della Roma guidati da Andrea Stramaccioni (tutt’oggi alla guida della medesima categoria nell’organigramma giallorosso). Il provino con la Roma però non va per il meglio e Antei se ne torna così al ‘suo’ Tor di Quinto dove, per consolarsi, si toglie lo sfizio di vincere tutto. Prima il titolo regionale, categoria Allievi Regionali Elitè, battendo l’Urbetevere in finale per 2-1 (reti di Loreti e Marioni per il Tor di Quinto e di Sereni per l’Urbetevere) all’ Ocres Moca di Villalba di Guidonia (Rm) oltre ad aver realizzato 13 reti nell’arco del campionato; poi, dopo essere stato aggregato alla Juniores Regionale d’Elitè vince anche con quest’ultimi il titolo regionale battendo in finale, al Salaria Sporting Village di Roma, la Pol. Vigor Perconti per 2-0 (doppietta di Delvecchio). Quello stesso gruppo, senza Antei però, vincerà poi lo Scudetto di categoria in quella stagione in finale contro il Pietrasanta Marina al Centro Sportivo “Borghesiana” di Roma, per 2-1 grazie ad un’altra doppietta di Delvecchio.
Alla fine di quell’esaltante stagione, proprio la società che ad inizio anno non aveva puntato su di lui, la Roma, torna sui suoi passi e lo porta nuovamente a Trigoria (stavolta per rimanerci) alla corte della Primavera di Alberto De Rossi.

L’AS Roma

L’approdo alla Roma di Antei comporta subito un cambiamento nell’utilizzo in campo del calciatore che, per intuizione di De Rossi che ne intravede le doti del puro marcatore, si tramuta così da centrocampista davanti alla difesa a difensore centrale vero e proprio (ruolo che t’oggi ricopre nella Roma).
Nella scorsa stagione (2009/2010), Antei è quindi titolare della Primavera della Roma con la quale ha visto infrangersi, troppo precocemente, il sogno Scudetto agli Ottavi di Finale contro il Chievo Verona (all’andata a Verona 2-0 per i gialloblù e 1-1 a Trigoria con conseguente eliminazione dei giallorossi) ed è uscito, sempre agli ottavi di finale e sempre troppo in fretta, dalla Primavera TIM Cup contro il Palermo (sconfitta 1-0 a Trigoria per i giallorossi e pareggio esterno 1-1 a Palermo). A questi due sfortunati epiloghi giallorossi va aggiunta l’eliminazione nella 62a Edizione della Viareggio Cup – Coppa Carnevale contro l’Empoli ai calci di rigore (0-0 i tempi regolamentari e 3-1 per i toscani dopo i calci di rigore), ancora una volta agli Ottavi di Finale.
In questa stagione (2010/2011), nonostante i vari infortuni (rottura del setto nasale, stiramenti vari e problemi alla caviglia sinistra), Antei, ogniqualvolta è stato in condizione, è sempre sceso in campo da titolare con la maglia della Primavera giallorossa. Nel Girone C di categoria per lui sono 15 le presenze e 2 le reti, entrambe in casa, la prima all’andata contro il Grosseto nella vittoria 8-0 della Roma sui toscani e, quella più bella ed importante, in mezza rovesciata nel derby di ritorno contro i cugini laziali vinto per 7-1.
Antei, dopo l’eliminazione della Roma per mano della Sampdoria ai calci di rigore (5-4 per i doriani, dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari) negli Ottavi di Finale della 63a Viareggio Cup – Coppa Carnavale, ha sfiorato il successo in Primavera TIM Cup in finale contro la Fiorentina, poi vincitrice della manifestazione dopo aver vinto 3-1 la gara di ritorno allo Stadio Olimpico di Roma (all’andata all’ “Artemio Franchi” di Firenze terminò 1-1).

La Rappresentativa C.R. Lazio – LND

Nella sua illustre carriera nei dilettanti Antei ha indossato in ben tre stagioni consecutive (2006/2007, 2007/2008 e 2008/2009) la maglia della Rappresentativa del Comitato Regionale Lazio della Lega Nazionale Dilettanti con la quale ha vinto nel Giugno 2007 l’8° Torneo Città di S. Marinella – Beppe Viola ma con la quale non ha mai disputato, per via delle varie Fasi Finale Nazionali con il Tor di Quinto, neanche un’edizione del Torneo della Regioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy