Zaniolo come De Rossi e Cristiano Ronaldo: quando l’esordio tra i grandi è in Champions

Zaniolo come De Rossi e Cristiano Ronaldo: quando l’esordio tra i grandi è in Champions

Il centrocampista classe 1999 debutta al Bernabeu senza aver mai giocato un minuto in Serie A. Non è il primo: come lui anche il capitano della Roma e il fenomeno portoghese. Senza dimenticare Cristante, e non solo…

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

Nicolò Zaniolo come Daniele De Rossi. E non solo. Un fil rouge unisce i due calciatori della Roma, anche se tra il capitano giallorosso e la giovane promessa del calcio italiano ci sono ben 16 anni di distanza e più di 600 partite di differenza. Oggi Nicolò fa il suo esordio con la maglia romanista in Champions League, nel big match del Bernabeu contro il Real Madrid, senza aver mai disputato un solo minuto in Serie A. Un debutto nel calcio che conta da sogno, in uno stadio che fa tremare le gambe anche a giocatori ben più rodati di un classe 1999. Un 19 settembre 2018 che Zaniolo potrà raccontare un giorno a figli e nipoti. Esattamente come Daniele De Rossi.

L’ESORDIO IN CHAMPIONS DI DE ROSSI – Era il 30 ottobre del 2001 quando Capello si portò in panchina un ragazzino biondo per la sfida del girone di Champions League tra Roma e Anderlecht. Un ragazzino biondo che si chiama Daniele De Rossi e che, a 18 anni, non ha ancora mai giocato un solo minuto nel calcio professionistico. Nessuna presenza in Serie A. Eppure il momento giusto arriva proprio in Champions, nell’anno del ritorno della Roma scudettata nell’Europa che conta. Al 71′, con la gara in bilico sull’1 a 1, Capello richiama Tomic in panchina e butta nella mischia De Rossi. Da quel giorno sono passati quasi 17 anni. Il resto è storia.

GLI ALTRI GIALLOROSSI – In casa Roma De Rossi non è l’unico ad aver fatto il suo esordio nel calcio che conta prima in Champions che in Serie A. Una peculiarità nel destino dei centrocampisti giallorossi, dato che anche Bryan Cristante ha debuttato prima in Europa che nel campionato italiano. Era il 6 dicembre 2011, Viktoria Plzen-Milan: il tecnico rossonero Allegri fa uscire Robinho e manda in campo il giovane Cristante, all’epoca neanche 17enne. Tornando a Trigoria, c’è da ricordare che anche Edoardo Soleri ha fatto il suo esordio nel calcio professionistico in Champions League (Bate Borisov-Roma 3-2, 29 settembre 2015).

ZANIOLO COME… CR7 – E non è tutto. Già, perché anche un certo Cristiano Ronaldo ha debuttato da professionista in Champions League prima di farlo in campionato. Era il 14 agosto del 2002, lo Sporting Lisbona gioca la gara di andata dei preliminari contro l’Inter. Al 58′ il giovane portoghese – allora 17enne – entra in campo e dà il via a quella carriera che tutti conosciamo. Sedici anni dopo quel debutto, Cristiano ha battuto tutti i record della Champions, mettendo a segno 126 gol in 157 partite. Senza ovviamente dimenticare le 5 coppe della grandi orecchie alzate nella sua carriera. Zaniolo al momento può solo sognare, ma la strada intrapresa sembra quella giusta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy