Roma, un punto per non morire: 1-1 con il Milan tra i fischi – FOTO

Roma, un punto per non morire: 1-1 con il Milan tra i fischi – FOTO

Zaniolo salva Di Francesco e una Roma che nel secondo tempo avrebbe meritato il vantaggio. Tante palle gol, ma poco cinismo: un pari che non cancella la disfatta di Firenze

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Nicolò Zaniolo ha salvato Di Francesco e una Roma che non è riuscita ad andare oltre il pari. Dopo un primo tempo sotto tono e il vantaggio iniziale di Piatek su ennesima dormita di Fazio, il talentino ex Inter ben piazzato in area è riuscito a trovare il pari. Tante occasioni nel secondo tempo per andare in vantaggio, ma Roma come al solito poco cinica e che ha trovato di fronte uno strepitoso Donnarumma, e il solito palo su colpo di testa di Pellegrini.

DE FALCHI E CONTESTAZIONE – Prima l’abbraccio a De Falchi, con una coreografia da brividi. Poi la contestazione a una squadra reduce dall’umiliante 7 a 1 di Firenze: “Oggi solo Antonio dobbiamo onorare… A voi non vi vogliamo neanche guardare!”. La Curva Sud contro la squadra, contro la società e il presidente Pallotta. Roma-Milan è un contorno alle emozioni contrastanti del tifo dell’Olimpico. L’abbraccio al tifoso ucciso a Milano nel 1989, poi i fischi assordanti contro una squadra che “non porta rispetto” ai colori giallorossi.

PIATEK RINGRAZIA FAZIO – Roma che nel primo tempo non è riuscita a scrollarsi di dosso la pesante sconfitta al Franchi, e anche contro il Milan ha mostrato nervosismo e scarsa applicazione alle tattiche di un fischiatissimo Di Francesco (insieme a Kolarov e Florenzi). Un’occasione per Lorenzo Pellegrini, poi una Roma piatta e poco grintosa. Dopo ventisei minuti il vantaggio del Milan, su ennesima dormita della difesa. Paquetà dopo un errore di Pellegrini ha saltato Karsdorp e ha crossato al centro dove Piatek (l’uomo naturalmente più pericoloso) è riuscito ad anticipare Fazio. La reazione della Roma, sempre confusa e poco lucida. Tre nitide occasioni dopo il vantaggio rossonero: Zaniolo, Schick e Dzeko hanno trovato davanti uno strepitoso Donnarumma, Florenzi invece ha sciupato l’occasione con un tiro debole e poco angolato.

ZANIOLO DELLA PROVVIDENZA – Sveglia Roma nel secondo tempo. Dopo 40 secondi dall’inizio della ripresa i giallorossi pericolosi nell’area del Milan: altra respinta di Donnarumma su una deviazione suicida di Musacchio, nessuno scampo però per il tap-in vincente di Zaniolo, l’uomo della provvidenza. Soprattutto di Di Francesco: terzo gol del giovane classe ’99, che è andato poi ad esultare sotto una Curva Sud (il primo gol sotto al settore) semivuota ma che ha applaudito il talentino ex Inter. Anche perché Nicolò Zaniolo è il più giovane calciatore ad aver segnato i suoi primi 3 gol con la maglia della Roma in Serie A (19 anni e 7 mesi) da Francesco Totti (che ci riuscì a 18 anni e 6 mesi nel 1995). Piccoli talenti crescono.

ROMA AI PUNTI – I giallorossi hanno trovato nel gol di Zaniolo la reazione per spingere in avanti e provare la via del vantaggio. E lo avrebbe anche meritato per quanto fatto nel secondo tempo: possesso palla, spinte offensive e due clamorose palle gol di Dzeko ben respinte da Donnarumma. Il palo di Pellegrini di testa a otto minuti dalla fine chiude i giochi. Una Roma che avrebbe sicuramente potuto fare ancora di più, ma che con il consueto poco cinismo e gli errori individuali alla fine ha portato a casa solamente un pari. Che per la condizione attuale, nello scontro diretto con la quarta in classifica è sicuramente positivo. Restano come al solito i rimpianti. Un pareggio che non cancella nella mente dei tifosi, soprattutto quelli presenti al Franchi, la disfatta di Firenze. Ma almeno è una reazione.

CRONACA PARTITA

TABELLINO 

Roma-Milan 1-1
Marcatori:
26′ Piatek, 46′ Zaniolo

Roma (4-3-3): Olsen; Karsdorp (86′ Santon), Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, Pellegrini; Schick (81′ Kluivert), Zaniolo, Florenzi (65′ El Shaarawy); Dzeko.
A disp.: Fuzato, Mirante, Marcano, Riccardi, Pastore, Coric, Cangiano.
All.: Eusebio Di Francesco

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Romagnoli, Musacchio, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà (78′ Castillejo); Suso (86′ Laxalt), Piatek (86′ Cutrone), Calhanoglu.
A disp.: A. Donnarumma, Plizzari, Abate, Conti, Bertolacci, Mauri, Montolivo, Borini.
All.: Gennaro Gattuso.

Arbitro: Maresca (Napoli)
Assistenti: Carbone e Lo Cicero
Iv uomo: Abbattista
Var: Calvarese
Avar: Di Liberatore

Ammoniti: 18′ Manolas, 22′ Zaniolo, 40′ Suso, 53′ Paquetà, 63′ Pellegrini, 72′ Kessie, 93′ Kolarov

 

 

CRONACA PREPARTITA 

Ore 20.00 – Roma in campo, fischi dell’Olimpico.

Ore 19.42 – Entra in campo il Milan.

Ore 19.42 – Portieri della Roma in campo: fischi dei tifosi all’Olimpico.

Ore 19.05 – La Roma è arrivata allo stadio Olimpico, accolta dagli insulti dei tifosi sulla strada dell’ingresso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy