Lazio, Biglia: “Abbiamo in testa il derby perso 4 a 1, questo vogliamo vincerlo”

Lazio, Biglia: “Abbiamo in testa il derby perso 4 a 1, questo vogliamo vincerlo”

Il centrocampista biancoceleste sulla stracittadina: “Szczesny ha detto che sono più forti? Si vedrà sul campo. Hanno fatto un punto in più di noi, può succedere di tutto in Italia, l’abbiamo visto domenica con la Juve”

Il centrocampista della Lazio, Lucas Biglia, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domenica prossima contro la Roma.

Siete pronti per il derby?
“Certo, finora l’abbiamo dimostrato. Abbiamo fatto bene, ma questa è una gara diversa dalle altre ma mette in palio tre punti come le altre sfide”.

La Lazio non vince il derby da tanto.
“Vogliamo farlo, magari in passato avremmo meritato qualcosa in più. In mente c’è l’ultimo derby, una sconfitta davvero brutta. Ora vogliamo vincerlo, speriamo di mettere la voglia necessaria in campo”.

Come si può vincere il derby?
“E’ una gara diversa dalle altre, ci sono i nemici della città. Ma conta la squadra, bisogna giocare bene e restare compatti. Ma bisogna avere tanta voglia e seguire le indicazioni del mister, lui conosce bene la piazza. Adesso importa solo quello che faremo in campo”.

Qual è la situazione per il rinnovo?
“Il futuro mio è oggi, allenandomi e crescendo con i compagni. Pensiamo a domenica, non penso al rinnovo. Abbiamo qualcosa di più importante da fare. Al momento giusto ne parleremo, c’è un incontro e in quel momento vedremo cosa è meglio fare per tutti”.

Cosa ti hanno insegnato gli altri derby? “Il primo ti fa conoscere l’atmosfera e lo stadio pieno, poi sul campo si impara che le gare finiscono sempre oltre il 90′. Avremmo meritato di vincere in passato, speriamo di riuscirci adesso. Vogliamo fare quello che chiede il mister, vogliamo vincere. Sicuramente l’ultimo derby è stato brutto per noi, conta tanto come si arriva dal punto di vista psicologico. Adesso stiamo facendo bene, speriamo di essere al 100% domenica. Ho tanta fiducia nei compagni e nel mister, si può conquistare un buon risultato”.

Szczesny ha detto che la Roma è più forte e favorita?
Io non dico chi è più forte, ho fiducia nei compagni. Si vedrà sul campo. Hanno fatto un punto in più di noi, può succedere di tutto in Italia, l’abbiamo visto domenica con la Juve. Conta la mentalità del gruppo.

E’ la Lazio più forte questa?
E’ una bella Lazio, che sta facendo un bel lavoro. Stiamo ottenendo risultati. Quella di due anni fa è arrivata terza, speriamo di migliorare. Stiamo lavorando bene. il mister ha portato tanto entusiasmo, siamo sulla strada giusta. Speriamo di non sbagliare.

Questa partita a quale la paragoneresti?
Questa a livello nazionale la posso paragonare ad Argentina-Brasile o Argentina-Uruguay. però a livello di club non ha paragone. E’ uno dei derby più importanti del mondo.

Come arrivano i giovani alla partita?
Ne hanno giocati tanti in Primavera. Hanno voglia, entusiamo, non è una partita normale, è troppo importante per noi e i tifosi. Speriamo di dare il massimo.

Oggi ci saranno i cancelli aperti per i tifosi…
Sarebbe importante avere tanti tifosi, l’abbiamo visto prima di Napoli e prima di Palermo. Speriamo di vederli oggi tutti qui e di ringraziarli domenica in campo. Lo stadio pieno è un uomo in più soprattutto consocendo i tifosi laziali, che sono di cuore. Avere la Curva piena sarebbe incoraggiante.

Che lancio mandi all’esterno?
Di continuare così, speriamo di ringraziarli. Quello che possiamo fare noi. Rimangono sei mesi da qui alla fine, speriami

La fascia da capitano?
Sì, anche perché non l’ho ancora vinto. Ho bisogno di vincere una partita del genere., ho fiducia nei compagni, credo nel mister, speriamo che questo porti a risultati importanti.

Si vince più con il cuore o con la testa?
Il cuore c’è sempre, vincere una partita del genere giocando male non è facile. Se si gioca male non si fa quello che abbiamo in testa. Cuore, testa e la qualità che abbiamo. Se facciamo questo al massimo possiamo vincere.

Si parla spesso degli arbitraggi nei derby…
Dell’arbitro non parlo, non spero niente, so che anche per lui sarà una partita difficile. Non guardo chi sarà l’arbitro, quello che è successo nei derby precedenti. Spero soltanto in me stesso, nei miei compagni, nello staff. Dell’arbirtro non mi interessa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy