Gli straordinari di Monchi: da Doumbia a Gyomber, ecco i 48 giocatori da piazzare – FOTO

Gli straordinari di Monchi: da Doumbia a Gyomber, ecco i 48 giocatori da piazzare – FOTO

L’ormai prossimo direttore sportivo della Roma dovrà sistemare quarantotto giocatori tra i prestiti secchi, quelli che non verranno riscattati dai vari club in cui militano in questa stagione e i Primavera

Iturbe

Juan Manuel Iturbe (’93)
L’acquisto più oneroso della gestione americana dopo due anni di flop tra Roma e Bournemouth è finito in prestito al Torino con diritto di riscatto (a 12,5 milioni), ma difficilmente i granata eserciteranno il diritto a quella cifra vista la stagione dell’argentino. Piuttosto chiederanno probabilmente il rinnovo del prestito. Pagato circa 25 milioni,  alla Roma è legato da un contratto fino al 2019. 
Juan Manuel Iturbe of Torino FC in action during the

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 7 giorni fa

    Finalmente si conosce la forza della Roma in versione giovanile. Qualora volessimo fare la stessa politica dell’Atalanta nei confronti dei giovani, perchè non tentare di tenerli tutti, o quasi, far rientrare altri calciatori dai diversi prestiti e fare una squadra “ex novo” di giovani, alla cui guida ci potranno essere una paio di calciatori “senior” tuttora in servizio: Però necessita un allenatore con i fiocchi che sia in grado di valorizzarli per, poi, passarli a Monchi che provvederà alla vendita, con grossi guadagni e grandi soddisfazioni e soldi (per lo Stadio) alla proprietà americana.Sarebbe interessante aprire un dibattito sul web con altri tifosi giallorossi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. encat - 20 ore fa

      Purtroppo né Garcia né tantomeno Spalletti sembrano apprezzare e valorizzare i talenti giovanili, Sadiq è stato praticamente ignorato dal francese nonostante abbia fatto vedere subito di che pasta (buona, secondo me) era fatto; Sanabria è statp sistematicamente ignorato, Verde è dovuto andare in B per giocare un po’ e farsi le ossa…
      Se però si vuole costruire una squadra giovane e si decide di fare l’Atalanta della situazione, bisogna anche mettersi l’anima in pace che per qualche anno non si può pensare di vincere niente. E penso che la piazza romana, impaziente com’è sempre stata, non sia disposta ad aspettare; da una parte lo comprendo, perché è veramente frustrante finire tutti gli anni a marzo col sedere per terra e zero obiettivi da raggiungere. Ma la colpa è anche della società che illude i propri tifosi ogni anno, sistematicamente. In questo senso spero che Monchi dia un contributo decisivo alla causa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. encat - 7 giorni fa

    Doumbia e Zuka sono oggettivamente due giocatori impresentabili e ormai abbastanza vecchi, saranno una zavorra perché nessuno li vuole. Il primo poi si permette pure di fare il capriccioso “quello si, quello no” manco fosse CR7, mentre dovrebbe ringraziare che qualcuno lo cerca ancora. Ha fatto un po’ come Spalletti, fenomeno in Russia, ma poi…solo fuffa
    Iturbe e Castan, per motivi diversi, purtroppo sono altri due flop, dobbiamo chiamare le cose col loro nome: il brasiliano ha molte attenuanti, ha superato i trent’anni, un intervento molto difficile e con quello che ha passato si sapeva che non sarebbe tornato mai più quello di prima; ma Iturbe è più giovane e di chance ne ha già avute tantissime, tutte regolarmente sprecate. Il problema è che adesso come adesso nessuno te lo pagherebbe 25mln, a meno che non trovi il pollo che ci casca e che non abbia visto i filmati imbarazzanti degli ultimi tre anni.
    Su Gyomber: ma uno che finisce fuori rosa in una squadra ultima in classifica, come puoi sperare di piazzarlo? Chi se lo piglia e perché dovrebbe? Giusto in b, forse…
    Invece Sadiq e Verde per me meritano un’altra chance alla Roma e non vanno ceduti, potrebbero essere utilizzati in alternativa a Dzeko per farlo rifiatare ogni tanto. Su Ponce stesso discorso anche se lo conosco meno, comunque quel poco che ho visto mi ha colpito.
    Sul ritorno di Skorupski ho parecchi dubbi, a Roma ha avuto un rendimento molto altalenante, più bassi che alti a dirla tutta. Tuttavia, se Szczesny andrà via come pare probabile, un’alternativa ad Alisson ci vuole e potrebbe essere lui, anche perché Lobont non è proprio da prendere in considerazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy