Effetto Mondiale: da De Rossi a Dzeko, sarà un ritiro All Star

Effetto Mondiale: da De Rossi a Dzeko, sarà un ritiro All Star

Con l’eliminazione dell’Italia, aumenta il numero dei giallorossi che la prossima estate non saranno impegnati con le nazionali e partiranno invece con la Roma

Il giorno dopo fa ancora più male. E’ il potere della Nazionale, capace di riunire i poli opposti del calcio (e non solo) in un’unica preghiera. Stavolta però è tutto vero, l’Italia non va al Mondiale. Uno scenario apocalittico per tutto il movimento, dal quale si può però cercare di trarre egoisticamente qualcosa di positivo. In casa Roma sono tanti i big che la prossima estate non partiranno per Mosca e che saranno dunque a disposizione per il ritiro 2018.

GLI ESCLUSI – Il gruppo più folto, tra i delusi, è ovviamente quello degli italiani. Da De Rossi, che ieri ha chiuso la sua esperienza in azzurro, a El Shaarawy e Florenzi, che se andrà bene giocheranno il primo Mondiale a 30 anni compiuti. Senza dimenticare Pellegrini e Emerson, ieri fuori dal gruppo, ma con la forte speranza di poter rientrare nei 23 di Ventura. Gli spareggi sono stati fatali anche per Manolas e la sua Grecia, con la Croazia che ha archiviato la qualificazione già all’andata. A casa anche Strootman e Karsdorp con l’Olanda, altra big rimasta fuori da Russia 2018, la Turchia di Under e la Repubblica Ceca di Schick, senza dimenticare Dzeko, che da capitano ha mancato la qualificazione con la Bosnia.

RITIRO ALL STAR – Dal ritiro 2017 a quello del 2018 la musica sarà totalmente diversa. La scorsa estate, il 90% dei big si è visto con la partenza per la tournée Stati Uniti, mentre Pinzolo è stata più che altro una passerella per i giovani. Tra i convocati di Di Francesco risaltavano gli infortunati (Florenzi, Karsdorp e Emerson), il nuovo acquisto Gonalons, Alisson e Perotti. Il prossimo anno i giallorossi, cessioni permettendo, potranno contare sulla stragrande maggioranza della rosa. Una bella notizia per Di Francesco, che più volte in questa stagione ha sottolineato l’importanza del ritiro in montagna. “Non è un caso che Perotti che ha fatto tutto il ritiro, sia quello più in forma” le parole del tecnico, che potrà anche convivere meglio con la probabile nuova tournée che tanto ha fatto discutere, soprattutto sul tema infortuni.

POCHI ASSENTI – Al momento solo 3 titolari sono sicuri di andare in Russia: Alisson, Kolarov e Fazio. Nainggolan e Perotti invece sperano, ma al momento sembra difficile che entrambi possano partire. Skorupski e soprattutto Moreno invece sono sicuri di far parte delle spedizioni delle rispettive nazionali.

PINZOLO 2017

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Castan, Juan Jesus, Luca Pellegrini; M. Ricci, Gonalons, Gerson; Cappa, Tumminello, Perotti.

Altri: Lobont, Gyomber, Ciavattini, De Santis, Nani, Seck, Vainqueur, Valeu, Sadiq, Antonucci, Keba, Florenzi*, Emerson*, Karsdorp*.

*infortunati

PROBABILE RITIRO 2018

ROMA (4-3-3): Lobont; Karsdorp, Manolas, Jesus, Emerson; Pellegrini, De Rossi, Strootman; Schick, Dzeko, El Shaarawy.

Altri: Bruno Peres, Nura, Castan, Luca Pellegrini, Florenzi, Gerson, Gonalons, Defrel, Under.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy