Di Francesco: “Serve continuità, ma il club deve sistemare i conti”. Trasferta vietata a Udine

Di Francesco: “Serve continuità, ma il club deve sistemare i conti”. Trasferta vietata a Udine

Parla il tecnico: “Mi aspettavo qualche punto in più, ma stiamo ritrovando compattezza. Under mi ricorda Montella”. In Turchia è Cengiz mania. Il prefetto del capoluogo friulano: “Tifoseria della Roma pericolosa”

Il cielo è più sereno in casa Roma. Ieri la seconda vittoria consecutiva in campionato, con tanto di quarto posto agguantato ai danni della Lazio. Ora il calendario si fa più ostico già a partire dalla sfida di sabato prossimo contro l’Udinese, ma i giallorossi non hanno alcuna intenzione di fermarsi. “Ci abbiamo messo un po’, ma ora stiamo tornando sulla strada giusta”, parola di Di Francesco.

PARLA DI FRANCESCONella lunga intervista rilasciata a Radio Uno, il tecnico della Roma non si nasconde: “C’è ancora tantissimo da fare. Abbiamo avuto 40 giorni di difficoltà legate a tante situazioni, tra cui il mercato. Ora che è finito stiamo ritrovando la compattezza di squadra, anche se in alcuni momenti manca ancora continuità”. Troppi i punti persi per strada: “Sì, anche io me ne aspettavo qualcuno di più, ma siamo sempre stati dietro a Napoli e Juventus sia come organico che come mercato”. La continuità, infatti, va cercata non solo nel gioco ma anche nella rosa: “Per qualsiasi tecnico sarebbe ottimale dare continuità con gli stessi calciatori, come fa il Napoli. Spero che, dopo aver messo a posto alcune questioni societarie, ci si possa arrivare. Credo che Monchi voglia arrivare a questo. Però non si può fare dall’oggi al domani, la Roma prima deve mettere a posto i conti. E lo sta facendo”.

UNDER MANIA – Inevitabile un commento di Di Francesco sul protagonista di quest’ultima settimana, Cengiz Under: “Ha una grande qualità nel preparare il tiro nascondendo il calcio fino alla fine come faceva Montella”. In Turchia, intanto, tutti i media sono ai piedi del giovane attaccante (3 gol nelle ultime due partite). Basta farsi un giro su Google per leggere “Tempesta Under: Cengiz segna e la Roma torna a vincere all’Olimpico”, ma anche “La nostra stella è il gioiello di Di Francesco”. Grandi elogi arrivano anche da Carlo Nicolini, vice commissario tecnico della Turchia: “Cengiz è un grande professionista ed ha grandi qualità sia fisiche che tecniche. Devo rendere merito all’allenatore e alla Roma per averlo aspettato con pazienza. Under ha una mentalità da potenziale leader”.

UDINESE-ROMA, TRASFERTA VIETATA – E già sabato prossimo contro l’Udinese Under avrà la possibilità di mettersi di nuovo in mostra. Al seguito della Roma, però, non ci saranno i tifosi giallorossi. Da questa mattina è ufficiale: la prefettura di Udine ha vietato la trasferta ai residenti nel Lazio per la presenza di elementi “che provano la pericolosità del tifo organizzato romanista”. Sotto accusa non solo i fatti di Verona – dove sono stati fermati 21 tifosi giallorossi – ma anche altri eventi sportivi: le due gare con il Chelsea, quella con l’Atalanta del novembre 2016 e quelle di Bergamo, Milano, Torino e Genova di questa stagione, senza incidenti ma con “furti nelle aree di servizio”.

IL RESTO DELLA GIORNATA – Proprio in vista del match in programma sabato pomeriggio a Udine, questa mattina la Roma17esima squadra in Europa per investimenti fatti per allestire la rosa, terza in Italia dopo Juve e Milan – è tornata a Trigoria. Palestra per chi ha giocato ieri, normale seduta in campo per tutti gli altri. Ancora lavoro individuale per Gonalons e Silva. Intanto Monchi pensa già al futuro: il ds continua a seguire da vicino Bryan Cristante dell’Atalanta per strapparlo alla concorrenza di Juve e Inter. Capitolo Primavera: oggi pomeriggio la Roma di De Rossi ha battuto il Bologna grazie ad un gol di Cargnelutti (e alle parate decisive di Greco), scavalcando l’Inter al secondo posto della classifica. I giovani giallorossi non si fermano più.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy