Di Francesco al bivio Cska: “Alti e bassi mi tormentano”. Ok De Rossi e Kolarov, out Pastore

Di Francesco al bivio Cska: “Alti e bassi mi tormentano”. Ok De Rossi e Kolarov, out Pastore

Domani sera la sfida di Champions contro i russi. Il tecnico: “Alcuni giocatori vanno bastonati e rinforzati”. Fazio: “Niente lezioni per i giovani ma esempi”. La smentita di Pallotta: “Non ho parlato dell’allenatore con la dirigenza”

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

La brutta sconfitta di sabato scorso contro la Spal brucia ancora, ma ora la Roma non ha un solo minuto da perdere. Domani sera all’Olimpico arriva il Cska Mosca per la prima delle due sfide contro i russi che valgono il passaggio del girone di Champions League. Due notizie positive, una negativa: De Rossi e Kolarov sono tornati a lavorare con il gruppo e sono regolarmente nella lista dei convocati di Di Francesco, mentre Pastore è costretto a fermarsi ancora una volta a causa di un risentimento muscolare al solito polpaccio destro.

PARLA DIFRA – Prima della seduta di rifinitura sui campi di Trigoria, mister Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa mettendo subito in chiaro le cose: “Abbiamo una grande fortuna: poter giocare una partita importantissima domani per cercare di ritornare a vincere e fare qualcosa di importante, perché è fondamentale. Non c’è tempo di stare a fare troppe chiacchiere”. Eppure, inevitabilmente, il discorso è caduto sull’andamento instabile della sua Roma: “I troppi alti e bassi mi tormentano. Spesso usciamo troppo facilmente dalla partita nelle difficoltà. Dobbiamo ritrovare noi stessi, rimettere in campo determinazione e cattiveria. E serve equilibrio”. Il fulcro del discorso è sempre lo stesso: gli atteggiamenti. “Ora devo ricostruire alcune cose anche a livello mentale – prosegue il tecnico – Alcuni giocatori vanno bastonati e tutelati. Questa è la mia squadra, questa è la Roma, e dobbiamo essere bravi, io in primis, nel cercare di valorizzarli. La gente vuole vedere degli atteggiamenti differenti e noi glieli dobbiamo dare”.

FAZIO: “NO LEZIONI MA ESEMPI” – Dello stesso parere anche Federico Fazio, al fianco di Di Francesco in conferenza stampa: “I cali di tensione non vanno bene, dobbiamo pensare a lavorare e preparare al meglio una gara importantissima come quella contro il Cska e anche il ritorno a Mosca. Queste due partite sono fondamentali per passare il girone. In Argentina si dice non bisogna dare lezioni, ma esempi”. Domani in difesa ci sarà ancora lui al fianco di Manolas, con Florenzi a destra e Kolarov sulla sinistra. Centrocampo a due composto da De Rossi e Nzonzi, mentre Pellegrini agirà alle spalle di Dzeko. Sugli esterni spazio a Under e a uno tra El Shaarawy e Kluivert. Davanti la Roma si ritroverà il Cska Mosca di Goncharenko: “I giallorossi sono una squadra top con giocatori di livello come De Rossi e Dzekoparola del tecnico dei russi in conferenza stampa ma nessuno è ai livelli di Totti”.

LA NUOVA SMENTITA DI PALLOTTA – Questa mattina, mentre a Roma si dava il via all’Assemblea elettiva della Figc che ha votato Gabriele Gravina come nuovo presidente, diverse indiscrezioni si sono soffermate sul presidente Pallotta e i suoi (presunti) colloqui con Franco Baldini e Monchi, per cui si paventa anche un possibile addio al termine della stagione. Tempo poche ore ed è arrivata la smentita del numero uno della Roma: “Contrariamente a quanto affermato da alcuni articoli sui quotidiani italiani oggi, non ho parlato dell’allenatore con Franco Baldini, Monchi, Mauro Baldissoni o Alex Zecca dopo la partita. I giornalisti che riportano certe conversazioni immaginarie stanno soltanto inventando caz*ate”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy