Dalla Juve allo Shakhtar, passando per Londra: quando Dzeko diventa cattivo

Dalla Juve allo Shakhtar, passando per Londra: quando Dzeko diventa cattivo

La Roma torna tra le prime 8 d’Europa proprio grazie al bomber bosniaco, autore di gol a dir poco pesanti. Dal primo contro i bianconeri fino a quello di ieri, senza dimenticare le reti al Chelsea, al Milan e al Napoli

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

Roma-Juventus 2-1 2015/2016

Prima partita stagionale all’Olimpico. È solo la seconda giornata di campionato e a Roma arriva la Juventus, la rivale di sempre. Contro i bianconeri non è mai una partita come le altre, ma questa volta il popolo giallorosso confida in quel bomber che poche settimane prima ha intasato l’aeroporto di Fiumicino al suo arrivo a Roma: Edin Dzeko. E proprio lui, dopo una perla di Pjanic che porta la Roma sull’1 a 0, sigilla il risultato al 79’ con uno stacco imperiale su Chiellini e un colpo di testa che si infila alle spalle di Buffon. La Roma batte la Juventus per 2 a 1 e la città impazzisce per quel centravanti tanto sognato.

AS Roma v Juventus FC - Serie A

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma