Questione di numeri, Chievo-Roma: ottavo pareggio in nove incontri, l’undicesimo della stagione

A Verona tre tiri in porta dei giallorossi in novanta minuti. Solo il 77% di passaggi andati a buon fine: è la percentuale più bassa della stagione

di Redazione, @forzaroma

“E’ una Roma scarsa e senza gioco. Quello con il Chievo è un pareggio inquietante.” Non è una semplice disamina del solito editorialista di turno. E’ il commento post match targato Rudi Garcia. Numericamente parlando è la prima volta che il tecnico si scaglia veementemente contro la prestazione dei suoi giocatori. Il pareggio continua a tormentare la Roma. Un fastidio che non si allontana dalla testa dei ragazzi del tecnico francese. Per fortuna l’Inter tiene ancora a distanza il Napoli di Benitez. Ma di questo passo anche il secondo posto potrà diventare un’impresa. Il doppio scontro europeo contro la Fiorentina sarà l’ennesimo banco di prova. Questa volta da dentro o fuori.

Ecco le statistiche e i numeri più significativi della partita:

2 – Le partite che il Chievo ha vinto in casa. Una statistica che fa capire come la squadra di Maran non sia stata una delle più insormontabili corazzate. Nessuna squadra di Serie A è riuscita a vincere meno del Chievo in casa. Contro i clivensi la squadra giallorossa vinceva da tre incontri consecutivi e senza prendere gol. Pochi alibi, la Roma non è quella di inizio stagione e l’avversario non c’entra.

3 – I tiri in porta dei giallorossi. Pochi, considerando la necessità dei tre punti e il livello dell’avversario. Soltanto uno in più del Chievo (2), che staziona al 16esimo posto della classifica di Serie A. Otto corner a favore e 21 punizioni non sfruttate a dovere nonostante siano quattro i gol seganti in campionato, dalla squadra di Garcia, dagli sviluppi di un calcio di punizione indiretto. Tutti arrivati nel 2015, nessuna squadra finora ha sfruttato meglio questa soluzione.

4 – I precedenti in stagione in cui la Roma ha chiuso una partita con il risultato di ieri. Quattro volte 0-0 non accadeva dalla stagione 2003/04. E’ successo all’Olimpico contro Milan e Parma, in trasferta contro Sampdoria e Chievo. Un’involuzione netta che, considerando il campionato, ha portato a registrare cinque incontri finiti 1-1 e quattro finiti a reti inviolate.

6 – I mesi in cui Federico Mattiello dovrà stare fuori dal campo. Un grande in bocca al lupo al terzino del Chievo che è costretto a finire anzitempo la sua buona stagione con la maglia dei clivensi. Difficile recuperare al massimo da un infortunio così pesante, ma il giovane di proprietà della Juve ha già dimostrato di avere la stoffa da campione per riprendersi al meglio. Tanti messaggi dai social network, lo aspettano tutti sul campo. A presto Federico!

8 – Le partite in cui la Roma ha tenuto la porta inviolata al Bentegodi. Su 12 incroci nello stadio dei clivensi, i giallorossi sono riusciti più volte a non farsi perforare dall’attacco dei padroni di casa. Inviolabilità che si ripete anche oggi ma si ripercuote non positivamente anche sull’attacco. La squadra giallorossa ha perso solo una volta finora sul campo del Chievo (0-1 nel dicembre 2012), vincendo cinque volte e pareggiando sei.

11 – I pareggi in stagione della Roma. Una malattia vera e propria. La Roma non riesce né a vincere, né a perdere. I giallorossi sono imbattuti da 15 giornate ma hanno pareggiato otto delle ultime nove partite di campionato. Solo Sampdoria (12) ed Empoli (14) hanno fatto peggio in Serie A. Numeri che parlano chiaro ma dalla quale non si riesce a trarre una conclusione. Tanti fattori, poca differenza tra casa e trasferta.

77 – La percentuale di passaggi effettuata correttamente dalla Roma. Per i giallorossi si tratta di un record negativo dopo queste 26 giornate di campionato. Un segnale inequivocabile di quanto, quella con il Chievo, sia stata una gara da dimenticare. Una delle più brutte giocate dalla squadra di Garcia. Con tanti errori in fase di appoggio e costruzione. Lo dicono anche le statistiche.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy