VIDEO – Smalling, palleggi tra capre e cavalli: l’inglese in visita al santuario che salva gli animali

‘Capra Libera Tutti’. Si chiama così il santuario degli animali che oggi Chris Smalling ha visitato insieme alla moglie Samantha. Si tratta di un rifugio per animali situato a Nerola, su una montagna pochi chilometri fuori Roma, che si dedica a salvare dalla macellazione o dallo sfruttamento intensivo mucche, maiali, agnelli, capre, pecore, galline, tacchini, cavalli, lama e molte altre specie. Una vera e propria oasi dove possono vivere in libertà: “Questa visita ci ha ricordato il motivo per cui abbiamo rinunciato a mangiare prodotti di origine animale. I tempi stanno cambiando e con questo spero che un giorno ci sarà una fine all’abuso di animali e a un ‘olocausto’ quale è l’allevamento intensivo”, ha scritto la moglie di Smalling. Il difensore inglese della Roma, infatti, da alcuni anni è diventato vegano, spinto dall’interesse per il “benessere degli animali. Forse ho cominciato per gli aspetti legati alla salute, visto che mi riprendevo meglio dopo le partite. Poi ho visto alcuni documentari e ho scoperto cose difficili da ignorare“.

Una domenica senza dubbio insolita per il centrale giallorosso, che si è mostrato anche in alcuni scatti pubblicati da Sam in compagnia di capre, mucche e lama. Al ‘Santuario Capra Libera Tutti’, Smalling ha partecipato anche al lancio della ‘Vegan Virtual Run’, un’iniziativa volta a raccogliere fondi per queste molte di queste oasi dedicate agli animali – in compagnia di Giorgio Calcaterra, atleta italiano tre volte campione del mondo nella 100 km di ultramaratona. Smalling ha posato anche con la bandiera del ‘Vegan Power Team‘, facendosi scattare qualche foto per il video promozionale dell’evento che uscirà a breve. Uno scenario particolare per l’ex United, che non ha comunque abbandonato il calcio esibendosi anche – tra capre e cavalli – in qualche palleggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy