Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Ritiro, mercato ed Europa: Mourinho studia la Roma. Tornano El Shaarawy e Villar

Getty Images

In vista dell'Inter Fonseca recupera due pedine importanti. Sul mercato idea D'Ambrosio, Mkhitaryan deciderà dopo il colloquio con lo Special One

Francesco Iucca

La Roma si gode la vittoria per 5-0 sul Crotone che ha restituito un minimo di tranquillità all'ambiente in ottica classifica, fermando l'emorragia di risultati in campionato che stanno mettendo a rischio anche il settimo posto. Una prestazione applaudita anche da Mourinho e che ha proiettato Paulo Fonseca nella top 10 degli allenatori della Roma con più partite vinte all'attivo (52) al pari di Mazzone e Zeman, ma con una media punti migliore. Mkhitaryan invece ha raggiunto quota 10 gol e 10 assist, terzo centrocampista in Europa a riuscirci in questa stagione e secondo giocatore in Italia: ai giallorossi non succedeva dai tempi di Salah. Tanti segnali positivi, come la buonissima prestazione di Ebrima Darboe, che vorrebbe provare a conquistare una conferma da Jose Mourinho. Così come Nicola Zalewski, che si è raccontato in un'intervista: "Sto vivendo un sogno. I miei mentori sono Bruno Conti che mi ha portato qui e Paulo Fonseca, che mi ha dato fiducia. Mourinho? Ora non ci pensiamo, ma spero di essere allenato da lui". Slitterà ancora il ritorno di Nicolò Zaniolo, che rientrerà direttamente nella prossima stagione: il messaggio sui social è stato chiaro proprio in questa direzione.

 LaPresse

Inter-Roma, in gruppo Villar ed El Shaarawy. Idea D'Ambrosio

Il futuro prossimo intanto si chiama Inter-Roma, match fondamentale in un campo difficile nonostante lo scudetto già acquisito. Ad arbitrare la sfida sarà Chiffi, con Pairetto al Var. Oggi i giallorossi sono tornati ad allenarsi con le consuete modalità post-partita, ma la buona notizia arriva dai rientri in gruppo di Villar ed El Shaarawy, che puntano la convocazione. Lo spagnolo si è caricato sui social, consapevole di dover tornare al suo livello precedente. L'eventuale qualificazione in Conference League, viste le date e il format, non cambierebbe i piani dell'estate romanista: Mourinho è in contatto con il club per decidere modalità e luogo di svolgimento. Si fa largo l'ipotesi Trigoria per questioni logistiche, con gli spostamenti per le amichevoli, possibilmente di prestigio. Lo Special One avrà parecchio lavoro da fare, a partire dalla rosa.

Da decidere anche le sorti di Mkhitaryan, che sta riflettendo per capire la soluzione migliore: di chiamate ne stanno arrivando, ma l'armeno vorrebbe prima parlare con il tecnico portoghese. Il club giallorosso non ha comunque intenzione di fare spese folli, nonostante il passato di Mourinho: "Bisogna capire quanto la Roma, che non sta bene economicamente e ha debiti enormi, vorrà spendere per questi tre anni di contratto, perché Mourinho alle sue squadre ha sempre fatto spendere negli anni dai 160 ai 400 milioni sul mercato",ricorda Zambrotta. Uno scenario a cui il club potrebbe lavorare è quello del possibile taglio degli stipendi, che però è stato in ogni caso rimandato fino all'arrivo del nuovo allenatore. Intanto continuano a spuntare diversi nomi, soprattutto in difesa. Torna di moda dalla SpagnaNacho Fernandez del Real Madrid, in Italia potrebbe piacere Danilo D'Ambrosio che può liberarsi a zero dall'Inter. Tutto questo con lo spettro della Superlega: il presidente Gabriele Gravina ha avvertito la Juventus che in caso di mancata uscita dalla competizione non le possibile iscriversi alla Serie A.