L’ Avversario: il Crotone di Davide Nicola

L’analisi sulla squadra calabrese, avversaria domani sera allo stadio Olimpico della Roma

di Redazione, @forzaroma

Meno male che domenica scorsa il Crotone è riuscito a fare il primo punto pareggiando 1- contro il Palermo. Se il Crotone avesse mantenuto lo “0” in classifica molti tifosi sarebbero stati molto preoccupati. La Roma, già scossa per i primi torti arbitrali della stagione subiti contro la Fiorentina, è sempre stata famosa a fare la così detta “befana” alle squadre in difficoltà, e il Crotone potrebbe essere l’ennesima squadra fatta risuscitare dai giallorossi. La compagine calabrese è approdata per la prima volta in Serie B lo scorso anno grazie ad un grande campionato. Una volta arrivato in Serie A, però, la squadra calabrese ha iniziato a perdere i pezzi per strada. Il tecnico Juric, uno dei grandi artefici di questo miracolo, è andato ad allenare i Genoa, cosi come qualche giocatore come ad esempio Budmir, ceduto alla Sampdoria, Modesto, Paro, ma anche Balasa e Ricci, che sono tornati alla Roma.

La società calabrese, si è comunque data da fare sul mercato in base alle proprie possibilità economiche acquistando giocatori giovani, Tra i principali arrivi ci sono gli attaccanti Trotta e Falcinelli, prelevati dal Sassuolo, il centrocampista Crisetig dal Bologna, e i difensori Mesbah, arrivato dalla Sampdoria, e l’ex della serata Aleandro Rosi. I nuovi arrivati si stanno amalgamando con gli altri giocatori che sono rimasti ma il problema è sempre lo stesso l’esperienza, e la qualità. Toccherà al nuovo allenatore Davide Nicola cercare di amalgamare un gruppo che, onestamente, troverà molte difficoltà nel restare nella massima serie. Tuttavia la società ha fatto una buona scelta ingaggiando come tecnico l’ex giocatore dell’Ancona: Nicola è un tecnico preparato, ed è adatto anche per l’anno prossimo quando il club, sicuramente, sarà in Serie B. L’unico problema che attanagli il Crotone è la situazione del suo presidente, Raffaele Vrenna che è indagato per degli eventuali legami con la ‘ndrangheta. Questo secondo i pubblici ministeri di Catanzaro. E’ una faccenda che avrà sicuramente una fine, ma la cosa più importante è che il Crotone resti in vita, proseguendo la sua avventura calcistica senza problemi.

PROBABILE FORMAZIONE

L’allenatore Davide Nicola gioca col 3-5-2, ma che in fase difensiva diventa un 5-3-2. Sarà proprio quest’ultimo modulo che vedremo domani sera all’Olimpico, visto che il Crotone ha bisogno almeno di un punto. La squadra che scenderà in campo sarà con Cordaz in porta, con Cecherini, Dos Santos, e Ferrari al centro della difesa. A centrocampo Semprisi fungerà da esterno di destra, mentre Martella opererà a sinistra con Crisetig e Rohden al centro. Tonev Falcinelli, e Palladino dovrebbero essere schierati in attacco. In panchina, oltre al già citato Rosi, c’è anche un’altra punta ben conosciuta a Roma, il rumeno Stoian. Speriamo che non giochi, altrimenti il gol dell’ex è sarà sempre in agguato.

(A. Balestri)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy