Roma, Pallotta furioso: “Basta figuracce”. E Garcia ora rischia

Anche Repubblica.it riporta del (quasi) ultimatum del patron statunitense: “Non possiamo permetterci figuracce del genere”. Cinque partite per risollevarsi e convincere la dirigenza che la squadra può vincere

di Redazione, @forzaroma

Pallotta arrabbiato al telefono con i dirigenti, Sabatini duro di persona: Garcia è nel mirino e non può più sbagliare. Come scrive Matteo Pinci su Repubblica.it, il messaggio della proprietà americana a tutto lo staff -dirigenziale e tecnico – è senza appello: “Basta figuracce“. Incassare goleade ogni volta che si incontra una squadra molto più forte sta causando qualche cedimento nervoso tra i dirigenti e dagli Stati Uniti il monito è arrivato forte è chiaro: “Non si può accettare una cosa del genere“.

Sabatini lo ha presumibilmente fatto presente a Garcia, chiedendo contestualmente conto del cedimento mentale del gruppo. A Trigoria ci si interroga sul “bug” che affligge la squadra, che nonostante sia cambiato in gran parte rispetto al 7-1 col Bayer Monaco, non cambia atteggiamento. Il problema, quindi, non solo di interpreti. Resistenza inesistente: Messi, Suarez e Neymar si sono divertiti là davanti, bucando da ogni lato e in ogni modo la debole e disorganizzata retroguardia giallorossa. L’assenza di carisma e agonismo è data anche dal numero irrisorio di falli commessi: 12 in tutta la partita, uno in meno rispetto al Barcellona. Maicon ha ammesso: “Sei gol sono pure pochi“. Una frecciata ai compagni e all’allenatore: “Abbiamo solo pensato a difenderci“.

E Garcia finisce sotto accusa: da qui alla fine del 2015 ci sono 5 partite, tutte importantissime. Un mese che dirà cos’è la Roma: il francese non può più sbagliare.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy