Un mese di gol per la Roma. Salah non può più sbagliare

L’egiziano, pur essendo il secondo marcatore della squadra, sta vivendo un momento particolare. L’obiettivo è tornare a segnare già stasera per far tacere i brusii

di Redazione, @forzaroma

Per Momo Salah, che negli ultimi giorni è stato additato come «problema» o «incompiuto» nell’etere romano, la partita col Pescara ha un significato doppio. Da una parte, l’obbligo di conquistare i 3 punti per restare attaccati alla Juve. Dall’altra sa che avrà gli occhi puntati addosso, specialmente quest’ultimo mese, prima della partenza per la Coppa d’Africa.

Punto fermo di Spalletti, croce e delizia del tecnico toscano per la capacità che ha di spaccare la partita, sembra che non segni da una vita, quando soltanto tre settimane fa si portava a casa il pallone dopo la tripletta al Bologna. È a 9 reti complessive, gli assist sono 6 e Spalletti non se ne priva mai. Ma visto anche quanto si spende, lo toglie parecchio, 8 volte fino a questo momento. Il rendimento, però, al netto degli errori sottoporta figli spesso della scarsa lucidità e di un piede destro usato a malapena, è stato quasi sempre elevato, tanto che, spiega Chiara Zucchelli alla ‘Gazzetta dello Sport’, quello che in teoria sarebbe il suo sostituto naturale, Iturbe, in campionato ha messo insieme poco più di mezz’ora.

Per fortuna, sua e della Roma, le polemiche della città lo toccano poco. Vive con moglie e figlia, frequenta pochi e fidati amici, nello spogliatoio è adorato da tutti: mai una parola fuori posto, mai un allenamento saltato, sempre disponibile anche se allergico alle interviste e alla stampa. Un peccato per il club, considerando l’enorme seguito che ha sui social network. È una sorta di idolo per il mondo arabo, e i suoi numeri italiani vengono continuamente ricordati: nella Roma ha realizzato 24 gol in 60 partite, nella Fiorentina 9 in 26, il che significa che da quando gioca in Italia ha realizzato 33 reti in 86 incontri. A questi vanno aggiunti poi 19 assist, di cui 15 in giallorosso. L’obiettivo è riprendere a segnare già da stasera, con la speranza che, se Spalletti dovesse sostituirlo, ci saranno solo applausi.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy