Troppe incertezze. Scegliete presto

di Redazione, @forzaroma

(Gazzetta dello Sport – VOTO CONTRO B.Tucci) Un po’ di chiarezza, prego. I tifosi odiano la nebulosità, l’incertezza, il temporeggiare.

E chiedono a Trigoria ed a Formello maggiore trasparenza per quel che dovrebbe avvenire durante l’estate, prima del prossimo campionato. Ed invece, Roma e Lazio segnano il passo, mentre gli avversari hanno cominciato a muoversi sul mercato senza tentennamenti.

C’è confusione dappertutto: i rapporti non sono chiari e si inseguono solo rumors ed indiscrezioni che non portano a nulla. Nella Roma, c’è una società i cui contorni non si riescono a capire.

Mister DiBenedetto è il presidente, ma è ancora lui a tirare le leve del comando? Oppure, sono altri a decidere ed a programmare il futuro? Ho scritto programmare, ma è un verbo importante che non mi pare fino ad oggi sia nelle corde dei dirigenti giallorossi. I giovani talenti emigrati per farsi le ossa un po’ dappertutto rischiano di non tornare più all’ombra del Colosseo, perché i contratti stipulati non hanno stabilito in maniera chiara ed inequivocabile il rientro degli stessi. Al vertice della società, non regna sovrana la pace, ma si contrappongono idee e impegni che non hanno un denominatore comune.

È evidente che, stando così le cose, la squadra non ne trae giovamento e chi è di fazione giallorossa è assai preoccupato. Possiamo dargli torto? Assolutamente no. Ed allora, la speranza è che tutto possa risolversi al più presto. E la «conditio sine qua non» è che i dirigenti inseguano un obiettivo preciso che possa poi dare quei risultati che, con la gestione di Luis Enrique, non sono venuti.

Se Sparta piange, Atene non ride.(…) Lotito tarda a mettersi in moto e questa è una novità, visto che in passato, di questi tempi, il presidente aveva già concluso diverse trattative favorevoli alla Lazio. Al contrario, oggi si sta seguendo il brutto esempio dei cugini, sempre tardi a carburare ed a centrare gli affari. Anche in questo caso, il tifoso è disorientato e non capisce dove voglia andare a parare il patron biancoceleste. Insomma, le nuvole non fanno intravedere il sole ed è per questa ragione che i fans delle due squadre aspettano con ansia le novità. Quanto tempo li vogliamo far soffrire? Non ne hanno già avuto abbastanza nei mesi scorsi?

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy