Sampdoria, Obiang ?Io leader, ma tiro gi? la cresta?

di Redazione, @forzaroma

(Gazzetta dello Sport – A. Da Ronch) Seguitelo, lui ? un passo pi? avanti. Pedro Obiang ha solo vent’anni, ha da poco messo a segno il suo primo gol con la Sampdoria ed ? appena tornato dalla convocazione con l’Under 21 spagnola. Lui, insomma, ? uno di quegli uomini del futuro che tutte le grandi stanno mettendo nel mirino, solo che la cresta invece di sbandierarla l’ha tagliata. ?Per due motivi: intanto era terribile pettinarla, eppoi Romero mi ha martellato. Mi diceva: “Non rispecchia la tua immagine, tu, cos? serio, con quella cosa da ragazzino”. Insomma, alla fine mi ha convinto?.
Magari per? avrebbe dato pi? risalto alle sue imprese sul campo. Ora non si sente messo in ombra dalle imprese di Icardi e Poli, finiti nel mirino di Inter, Napoli, Juventus?
?Meglio cos?. A me piace stare tranquillo. Io amo fare un passo alla volta, lasciatemi crescere. Qui ho raggiunto obiettivi che mi parevano lontani. Non ho fretta, la mia grande squadra ? la Sampdoria?.

 
Chi ? il super baby della Samp: Icardi, Poli o Obiang?
?Per me ? Krsticic. So cosa ha passato e vedo come gioca. Vi confesso che osservarlo sul campo a quel livello mi emoziona. Sono felice anche per Mauro. In Primavera aveva mostrato qualcosa, ma c’era chi dubitava di lui. Mi ha colpito per come ? riuscito a smentire gli scettici. Anch’io al primo anno in Primavera stavo in panchina. Poi, quando ho ritrovato vecchi compagni nella Samp mi ? venuto da ridere, e ho detto: “Avete visto che vi ho raggiunto?”?.

 
E il baby top del campionato?
?El Shaarawy, visto quello che ha fatto in una grande. Contro di lui nelle giovanili avevo sempre perso il derby, mi stava proprio sulle p…. Ora ? pi? bello, a Milano ho vinto io?.

 

 

Sempre a proposito di giovani, piovono talenti anche dall’estero. L’ultimo ? Kovacic all’Inter. Che ne pensa?
?Che ? bello che succeda, ma attenti: c’? modo e modo di mettere un peso sulle spalle di un ragazzo. I riflettori vanno bene, ma poi non esagerate. Non ? che alla prima partita sbagliata vi accanite con le critiche… Non esagerate con le responsabilit?, noi dobbiamo ancora imparare?.

 
Per un ragazzo straniero com’? l’impatto con il calcio italiano?
?Ti senti importante ed ? bellissimo. Quello che ti sconvolge ? abituarti ai ritmi di lavoro, a capire la tattica. Io ero totalmente fuori dagli schemi. Voi siete maestri nell’insegnare a stare in campo, a giocare per la squadre e non per se stessi?.

 
Ora che ? nell’Under 21 spagnola cosa sogna? Giocare con Xavi, Fabregas, Iniesta?
?Di vincere qualcosa con la Sampdoria, non guardo pi? avanti. Poi speriamo che loro smettano presto cos? magari dopo tocca a me?.

 
Intanto dovr? cercare di vincere contro la Roma senza Zeman. Un vantaggio oppure no?
?Il suo gioco offensivo ? sempre fastidioso, ma in Spagna c’? un detto: “Meglio affrontare il male che conosci che quello che non hai mai incontrato”. Sar? dura?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy