Sabatini: «Roma, ora non piangiamoci addosso»

“Escludo che questo risultato porti a dei contraccolpi negativi, siamo già passati da quest’esperienza. Ora dobbiamo correre ai ripari senza piangerci addosso”

di Redazione, @forzaroma

Si poteva pensare a una sconfitta, è arrivata una mazzata. E ora andranno valutate le conseguenze. E contenute. Perché se questo 6-1 non cambia lo scenario della qualificazione (con una vittoria sul Bate passa agli ottavi), c’è il rischio che si ripresentino gli scenari già vissuti dopo il 7-1 col Bayern Monaco di un anno fa. Sabatini però, come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, ha palesato sicurezza: «Escludo che questo risultato porti a dei contraccolpi negativi, siamo già passati da quest’esperienza. Ora dobbiamo correre ai ripari senza piangerci addosso. Non ci ha aiutato l’idea di poter perdere visto il risultato di Borisov». Risultato citato anche da Szczesny: «L’unica cosa positiva della serata è il pari del Bate. Il Barça? A volte devi accettare la qualità avversaria. È stata una serata difficile contro una grandissima squadra. Ora penseremo all’Atalanta. Dobbiamo dimenticarci di questa sconfitta e guardare avanti». Più diretto Florenzi: «Non cominciamo a parlare di botta psicologica, altrimenti ci viene davvero».


Luis Enrique non ha infierito sulla sua ex squadra: «Probabilmente la Roma è arrivata qui nel momento migliore della nostra stagione. Non so se questo è addirittura il miglior Barça della storia. Noi pensiamo solo a fare il meglio possibile e a vincere tutte le partite. La gara di Leverkusen? È una grande soddisfazione sapere che la Roma non ha bisogno di una nostra vittoria per qualificarsi. Spero ce la faccia».

(M.Cecchini/F.M.Ricci)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy