Roma batte Juventus. Prima Nainggolan, poi Iturbe e Manolas

I tre giallorossi rappresentano altrettante sfide di mercato in cui la Roma è riuscita ad avere la meglio sui bianconeri. Stasera dovranno aiutare la loro squadra a prevalere anche sul campo

di finconsadmin

Prima Nainggolan, poi Iturbe, infine Manolas. Tre incroci sui binari del mercato, tre sfide vinte dalla Roma, tre motivi in più per fare risultato questa sera, magari portare a casa una vittoria, di certo provare a prendersi una piccola grande rivincita. Perché i destini di Roma e Juventus si sono incrociati spesso sul mercato nelle ultime due stagioni ed in queste circostanze ne è uscita vincitrice la Roma. A cominciare da gennaio 2014, quando giallorossi e bianconeri battagliarono a lungo per aggiudicarsi Radja Nainggolan, fino ad arrivare alle trattative per Manolas e Iturbe, che sembravano ad un passo dalla Juventus e che invece sono sbarcati a Trigoria. Stasera, chi per un motivo chi per l’altro, avranno tutti qualcosa da chiedere in più alla partita.

KOSTAS IN CALO – Manolas in estate sembrava aver già prenotato le visite mediche a Vinovo, l’affare era stato già dato per chiuso. Poi, invece, il difensore greco ha scelto la Roma, con il fardello di dover raccogliere l’eredità di Benatia e farlo dimenticare il prima possibile. Sembrava sulla strada giusta Kostas, almeno fino ad inizio 2015, quando poi si è perso un po’ per strada, incorrendo in una serie di prestazioni così così e qualche erroraccio. Stasera il greco vuole gettarsi tutto alle spalle e riprendere il discorso interrotto un paio di mesi fa.

ENERGIA RADJA – Nainggolan, invece, ritroverà il suo posto da titolare dopo la gara di Rotterdam, con il Feyenoord, dove è entrato a partita in corsa. Radja ci teneva a giocarla e forse se lo aspettava anche, con tanti amici e parenti giunti da Anversa e dal Belgio solo per vederlo all’opera. Garcia lo ha risparmiato, è capitato così poco in questa stagione che la scelta ha sorpreso tutti. Ma stasera avrà bisogno della sua rabbia e della sua energia, oltre della sua capacità di recuperare e andare dentro, di buttarsi negli spazi. La forza di Nainggolan può aiutare la Roma e la Roma può aiutare Nainggolan a tornare quello di settembre, quando correva per tre e da solo era in grado anche di reggere un intero reparto.

GRAFFIO MANUEL – Poi c’è Iturbe, la sua storia somiglia un po’ a quella di Manolas. C’era un treno già prenotato per Torino, ma quel treno Iturbe non lo ha mai preso. E si racconta che tra i tanti motivi che hanno portato alle successive dimissioni di Conte c’è anche il suo mancato acquisto. Dopo l’infortunio Iturbe ha ritrovato il campo a Rotterdam, «nelle gambe ora ha un’ora», ha detto Garcia. Aiuterà la squadra in corsa e cercherà di graffiare la Juve proprio come ha fatto all’andata. Quello sembrava l’inizio di un’altra storia, Manuel, stasera, sogna di ripartire proprio da lì.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy