Real, 45 milioni pronti per Pjanic. Ma ora è incedibile

Se i giallorossi riusciranno a confermare la Champions anche per il prossimo anno, chiudendo la stagione in uno dei primi tre posti, allora il futuro del bosniaco potrebbe essere ancora romano

di Redazione, @forzaroma

Per costruire il Real del futuro, quello che dovrà portare alla pace tra tifosi e blancos, Florentino Perez sta cercando di alzare la posta fino a 45 milioni di euro per strappare Miralem Pjanic alla Roma. Una cifra, come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, addirittura più alta della clausola presente nel contratto (scadenza 2018) del centrocampista bosniaco, tra l’altro esercitabile sono nelle finestre estive del mercato.  Il Real comunque c’è, e vuole Pjanic. Lo stesso bosniaco, però, ieri è stato molto chiaro: «In questo momento sono concentrato solo sulla Roma. Siamo ancora in corsa per lo scudetto e dobbiamo giocare gli ottavi di Champions League. È per questo che allo stato attuale una mia partenza da Roma è impossibile».

Nessun contacto invece con papà Fahrudin. «Né lui, né Miralem né la Roma hanno parlato con Real, Barcellona o con qualche altro club europeo — fa sapere Michael Becker, agente del nazionale bosniaco — Questa voce ci sorprende, non me la spiego. E non capisco chi possa essere a parlare per conto di Miralem senza averne diritto».
Se i giallorossi riusciranno a confermare la Champions anche per il prossimo anno, chiudendo la stagione in uno dei primi tre posti, allora il futuro del bosniaco potrebbe essere ancora romano, lui che vive oramai la Capitale come una seconda casa. In caso contrario, quei 45 milioni di euro sono un invito troppo allettante per essere rifiutati.  E se Mire dovesse lasciare Roma, Sabatini è pronto a rimpiazzarlo con Zielinski, il polacco che ad Empoli sta facendo così bene.

(A. Pugliese)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy