«Per la classifica non cambia nulla»

Nainggolan non fa drammi per il pareggio al Castellani: “Non dobbiamo pensare in negativo. Se guardiamo il risultato, certo che è un’occasione sprecata, ma 2 o 4 punti di distanza dal vertice non cambia nulla”

di Redazione, @forzaroma

Sia Bruno Peres che Perotti sono tornati a calcare il terreno di gioco dopo essere stati in infermeria per 15 giorni, ma entrambi, entrati a partita in corso, non sono riusciti a lasciare il segno. «Dopo l’infortunio mi sento bene, devo prendere il ritmo partita. Posso solo migliorare», ha dichiarato il terzino brasiliano. Queste parole dovranno essere prese in considerazione da Spalletti, che potrà utilizzare l’ex Torino nel delicato incontro di giovedì contro l’Austria Vienna, valido per il primo posto nel girone di Europa League.

Alisson, Juan Jesus, Strootman e Iturbe sono pronti a tornare in campo dal 1′, così come Gerson. Bruno Peres potrebbe essere considerato un titolare della sfida, soprattutto tenendo conto del fatto che Emerson è uscito per un problema muscolare al polpaccio dal Castellani. Chi probabilmente si riposerà, sarà Nainggolan. Il belga, dopo il pareggio contro l’Empoli, non fa drammi: «Non dobbiamo pensare in negativo. Se guardiamo il risultato, certo che è un’occasione sprecata, ma 2 o 4 punti di distanza dal vertice non cambia nulla. Se vedi il risultato pare un’occasione sprecata, ma siamo vivi. Abbiamo avuto occasioni giocando a pallone ed è la cosa importante di oggi, non sempre si possono fare 3-4 gol. Li stiamo facendo in ogni partita, stavolta è stata una giornata-no. Speriamo che dalla prossima gara i palloni entrino». Ora la Juventus è a +4 e per i giallorossi non c’è più spazio per i passi falsi. «È vero, noi non possiamo sbagliare — conclude Peres —. Abbiamo creato tanto e quando si costruisce così bisogna segnare. Abbiamo fatto una grande gara, loro sono stati fortunati».

(M. Cecchini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy