Mister 300 riparte dalla Roma

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – A.Pugliese) Trecento panchine in Serie A. Zeman, domenica sera, ripartirà proprio da qui. Trecento panchine molto diverse tra di loro, divise tra quelle magiche di Foggia (dove nacque il mito di Zemanlandia), a tratti esaltanti nella Capitale (tra i tre anni alla Lazio e i due alla Roma), sofferenti a Napoli (esonero immediato) e — in parte — a Lecce, dove però centrò la salvezza con il secondo miglior attacco del campionato (66 gol) e la peggior difesa del torneo (73 reti subite).
Storia Sette stagioni dopo l’ultima volta, dunque, il tecnico boemo si riaffaccia in Serie A.

Dei 29 anni vissuti nel calcio da allenatore (dai campi polverosi di Licata del 1983-84, all’epoca in Serie C2), «Sdengo» ne ha passati appena dieci nella massima serie. Il suo, finora, resta però un ruolino di marcia positivo, anche se dentro ai suoi numeri ci sono tutte le anime del calcio zemaniano: 115 vittorie, 91 pareggi e 94 sconfitte, con ben 505 gol segnati (1,68 di media a partita) e 427 subiti. Di queste 300 panchine zemaniane, 68 sono quelle già vissute con una matrice giallorossa (dal 1997 al 1999). Da lì, Zeman ripartirà domenica contro il Catania. Che, tra l’altro, è uno dei suo tabù, visto che contro gli etnei il boemo in carriera non ha mai vinto, pareggiando in un’occasione (0-0 con l’Avellino) e perdendo nelle altre due circostanze (0-2 ancora alla guida degli irpini e 1-2 quando allenava la Salernitana). Era una categoria diversa (la B), chissà che questa non sia la volta buona per cambiare la storia (nel suo piccolo) anche qui.

 

Verso il Catania A riabbracciarlo, domenica sera, arriveranno all’Olimpico oltre 50mila persone. Zeman ripartirà da loro, cercando anche di esorcizzare i fantasmi dei momenti più brutti vissuti in giallorosso (come i quattro derby persi di seguito e il pirotecnico 4-5 casalingo con l’Inter) e — magari — riportando subito alla luce i momenti più belli della sua storia giallorossa (come il 6-2 rifilato al Napoli o il 5-0 al Milan). […]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy