La Roma guarda la classifica

Dzeko nel post-gara: “Abbiamo perso troppe palle, non abbiamo giocato meglio di loro. Non dobbiamo avere paura. Resta la vittoria”

di Redazione, @forzaroma

Poteva portarsi a casa il pallone per la seconda volta in 4 giorni Edin Dzeko, se solo avesse indirizzato meglio quel pallone mandato di testa sopra la traversa in chiusura di primo tempo. Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, venti partite e 17 gol: solamente Messi e Ca­vani hanno segnato di più in Europa, il rendimento resta su­periore a quello di Batistuta nell’anno del terzo scudetto. «Ma se giochiamo così diventa sempre tutto più difficile. Evidentemente eravamo contenti del 2-­0, abbiamo perso troppe palle, non abbiamo giocato meglio di loro. Non dobbiamo avere paura. Resta la vittoria».

 «Sono 3 punti importantissimi – con­corda Daniele De Rossi, che ha preso posto e fascia di capitano da Nainggolan, raccogliendo la 400esima presenza in serie A – le partite che iniziano così facili nascondono insidie: il Pescara ha pochi punti ma ha sempre giocato bene. Siamo stati bravi, abbiamo vinto una partita sporca. Anche la Juve è giustamente la più forte, ma spesso ha rischiato. Però sono d’accordo con Dzeko, se gio­chiamo così il derby non lo vin­ciamo. Il cammino della Lazio renderà la sfida eccitante. è più forte del Pescara. Per tanti anni siamo stati etichettati come una delle squadre più belle d’Europa, ma molto spesso ab­biamo giocato così, con le ri­partenze. Gli interpreti di allora erano diversi, c’erano Taddei e Mancini, qui ne abbiamo altri forti che però hanno meno qualità difensive. Se tu tieni palla non puoi prendere gol, mi sembra lo disse Liedholm e stavolta non lo abbiamo fatto. La classifica è cortissima, è ri­diventata umana per il primo posto. Le 400 presenze? Arri­vati a un certo punto 250, 300 o 400 presenze non cambia tanto, l’importante sarebbe metterci qualche trofeo, siamo veramente affamati».

(F. Oddi – C. Zucchelli)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy