La fede di Lorella: ?La finale? Ci porter? i miei figli?

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – C.Zucchelli) ?Portare i miei figli al derby di Coppa Italia? Certo, perch? no. Per colpa di cinquanta teppisti non ci pu? andare di mezzo lo sport?. Mamma di 4 adolescenti (Sara 19 anni, Giovanni 17 e i gemelli Giorgio e Chiara di 13), conduttrice tv e tifosa della Roma, Lorella Cuccarini confessa di non avere paura ?di possibili incidenti. Ero allo stadio anche al derby di campionato con i miei figli e mentre stavamo andando all’Olimpico sentivamo per radio che c’erano incidenti. Per un attimo abbiamo anche pensato di tornare indietro, ma poi abbiamo visto che la situazione si stava tranquillizzando e siamo riusciti a vedere la partita senza problemi?.

Quindi per la finale tornerete?
?Spero di s?. Vediamo quando saranno ufficializzati data e orario, ma contiamo di esserci. ? una partita storica?.

 

 
Manderebbe i suoi figli pi? grandi allo stadio anche senza di lei?
?Giovanni, che ha 17 anni, gi? ci va con gli amici. Non ho paura, credo sia importante che i ragazzi si avvicinino allo sport nel modo giusto. Per colpa di cinquanta o cento teppisti viene rovinato tutto il resto. Io all’Olimpico mi sento sicura?.

 

 
Con i suoi figli parla spesso di calcio?
?S?, io ho una passione per Totti mentre loro preferiscono Destro. D’altronde ha quasi la loro et?… Marquinhos, per esempio, ? del 1994 come la mia prima figlia. Mercoled? ero a Milano per la semifinale e per “Trenta ore per la vita” e vederli cos? da vicino mi ha fatto impressione perch? molti di loro sono davvero dei ragazzini. ? anche per questo che capisco gli alti e bassi della Roma: ? una squadra giovane, bisogna avere fiducia?.

 

 
A proposito di ?Trenta ore per la vita?. Oggi si conclude la settimana di sensibilizzazione. Quest’anno il vostro impegno ? a favore dello sport.
?S?, stiamo raccogliendo fondi per l’acquisto di defibrillatori cardiaci da donare a scuole e impianti sportivi?.

 

 
Metterete all’asta anche le maglie di grandi giocatori.
?S?, abbiamo Totti, De Rossi, Cassano, Stankovic e Aquilani: sono stati molto gentili e sensibili perch? ? un argomento che riguarda tutti, sia gli sportivi di alto livello, sia i non professionisti. Purtroppo c’? bisogno di raccogliere fondi e di parlarne perch? l’Italia ? ancora molto indietro rispetto agli altri paesi europei?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy