Gerson e la «10». Incontro con Totti: «Nessun problema»

Il capitano sul blog: «Tutti devono poter sognare quella maglia». E Sabatini: «Era un mio regalo»

di Redazione, @forzaroma

Tante polemiche per quella foto con la maglia numero 10 della Roma, personalizzata con il suo nome. Il prossimo acquisto della Roma, Gerson Santos Da Silva, ha passato ieri alcuni momenti di confusione, non riuscendo a capire la presunta gravità del fatto. Poi però ci ha pensato lui a tranquillizzare tutto e tutti. «Piacere, Francesco. E stai tranquillo, nessun problema». Totti ieri, come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, ha incontrato il talento brasiliano a Trigoria, ridendo e scherzando con il suo futuro compagno di squadra. Poi, per smorzare i toni, ha voluto rendere pubblico il suo pensiero, attraverso il suo sito: «L’augurio più grande che posso fare a tutti i ragazzi e ai calciatori che avranno l’opportunità di indossare la maglia numero 10 della Roma è di scambiarla un giorno con un grande campione come Messi. La 10 è la mia seconda pelle, ma tutti devono poter cullare il sogno di indossarla». Il sogno che ha anche Gerson, che in serata su twitter ha scritto: «La maglia era un regalo, quel numero non è il mio».  Anche Sabatini è tornato sulla vicenda: «Gliel’ho spedita io in Brasile, Totti è stato uno degli argomenti che ho usato per convincerlo a venire a Roma». 

Quest’oggi il giovane centrocampista svolgerà altre visite mediche, poi verrà alla presentazione della squadra allo Stadio Olimpico, in programma alle 18.30. Giocherà nel Fluminense fino a dicembre, poi probabilmente verrà mandato in prestito in un club italiano fino al prossimo giugno.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy