Dzeko gioca e promette: «Cara Juve, noi ci siamo»

Il bosniaco alla prima di fronte ai nuovi tifosi, Garcia cerca risposte per il campionato: dal portiere al modulo da proporre

di Redazione, @forzaroma

Due giorni di emozioni per i tifosi della Roma. Ieri la tanto attesa conferenza stampa di presentazione, oggi addirittura il debutto con la maglia giallorossa. E’ un Edin Dzeko a “forza 9”, come il il numero stampato sulla maglia che ieri nella sala stampa di Trigoria ha firmato. «La Roma di questa stagione è migliore di quella della scorsa stagione — ha detto il bosniaco —. Non solo per il mio acquisto, sono arrivati anche altri bravi giocatori. E altri ancora ne arriveranno. Il gap con la Juve? Non so cosa sia successo nella seconda parte della scorsa stagione, so piuttosto che vogliamo essere protagonisti sia in campionato sia nelle coppe». Un uomo di grande personalità. Come quando riporta un siparietto andato in scena con il suo compagno di Nazionali Senad Lulic: «Ha provato a convincermi a non scegliere la Roma. Così un giorno gli ho chiesto se per caso avesse paura del mio arrivo… Spero di battere lui e la Lazio, ovvio». E’ arrivato nella Capitale, come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, anche grazie al suo amico Pjanic«Seguo la Roma da quando c’è Miralem. Qui c’è un grande progetto. La Serie A non è ai livelli della Premier League, ma ora sta recuperando terreno».

 

 

Alle 18.30 andrà in scena allo Stadio Olimpico la presentazione della squadra, poi, alle 20.00, il match amichevole contro il Siviglia. Garcia vuole risposte da questa partita, per capire al meglio quali giocatori sono maggiormente pronti per la prima di campionato contro il Verona. In porta ballottaggio tra Szczesny e De Sanctis, in difesa restano da valutare le condizioni di Castan, reduce da un anno e mezzo di inattività, in attacco il tecnico dovrà scegliere il terzo da affiancare a Dzeko e Salah. Test importante per i giallorossi, ma anche per i tifosi della Curva, non ancora divisa, ma che avrà capienza ridotta.  Al Gos non sono giunti segnali confortanti: c’è chi sarebbe pronto a un’azione dimostrativa. Il rischio sarebbe la squalifica del settore nel prossimo match. Attenzione, perchè è Roma-Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy