Arrivano i verdetti. Pescara, c'è il -2 Sconto al Novara

di Redazione, @forzaroma

(Gazzetta dello Sport – M.Galdi) Da ieri la partita è nelle mani della Federcalcio.

Ieri, infatti, la Disciplinare ha depositato le oltre 80 pagine di sentenza e motivazioni (extra patteggiamenti) sul primo procedimento dell’anno sul calcioscommesse. La Figc deve decidere se, interrompendo una prassi consolidata, questa mattina pubblicherà il comunicato ufficiale o se lo renderà pubblico solo domani, in segno di rispetto per il lunedì della Nazionale all’Europeo. Comunque dalla pubblicazione scatteranno i due giorni «liberi» per predisporre gli appelli. Due giorni che possono diventare 4 se viene fatta la richiesta di atti, ma bisogna anche ricordare che gli atti sono tutti stati depositati con i deferimenti.

CHI SI SALVA? Ad analizzare le posizioni dei singoli tesserati si può sicuramente affermare che potrebbero essere prosciolti solo 4 o 5 dei 37 tesserati. Quelli le cui posizioni sono meno compromesse o perché si è parlato di loro solo per «interposta persona», o perché a loro carico si è solo proceduto per omessa denunce. Probabile anche qualche posizione derubricata da «illecito» a sola violazione dell’articolo 1 del Codice di giustizia sportiva (lealtà). Per il resto l’impianto accusatorio della Procura federale dovrebbe aver retto. Certo qualche sconticino sulle singole responsabilità potrà anche esserci. È ipotizzabile che le «aggravanti» chieste dalla Procura federale per i dirigenti di società possano essere «contenute» pur nel rispetto della convinzione che la loro posizione sia comunque «grave».

LE SOCIETA’ L’avvocato Eduardo Chiacchio dovrebbe essere riuscito anche quest’anno in un piccolo miracolo: per l’AlbinoLeffe la Procura aveva chiesto un meno 27 punti, ma alla fine anche in primo grado la società bergamasca dovrebbe vedere contenuto l’handicap in un quindicina di punti. Il Piacenza ha la sua iscrizione al campionato condizionata dal fatto che l’asta giudiziaria dopo il fallimento è andata deserta. Il curatore fallimentare Franco Spezia aveva invocato clemenza e dalla richiesta di -19 si dovrebbe essere scesi a una decina. Nulla da fare invece per il Padova, sarebbero confermati i due punti per la responsabilità oggettiva relativa al suo tesserato Italiano.

UN PREMIO PER L’IMPEGNO È stata anche apprezzata la posizione del Novara che anche in sede di procedimento alla Disciplinare ha sempre concordato sulla necessità della responsabilità oggettiva. Il Novara ha subito messo in atto contromisure contro le «infedeltà» dei propri tesserati e si è affidato a Federbet per il controllo. Una collaborazione che ha anche permesso di segnalare alla Procura in questa stagione dei «flussi anomali» in occasione di Napoli-Novara, una collaborazione che porterà la penalizzazione a quattro punti dai 6 richiesti. Le altre? La Disciplinare avrebbe accolto le richieste della Procura per quanto riguarda le penalizzazioni alle altre società, inclusi i 2 punti per il Pescara in serie A.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy