Accordo raggiunto: contratto per tre anni, 4,5 milioni al Palermo

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – A. Angeloni) – La proposta per trattenerlo in Sicilia – il suo contratto scade l’anno prossimo – è stata allettante: 1,2 milioni a stagione fino al 2016 (top stipendio per il club rosanero, una cifra che ha percepito in questi anni solo Miccoli, il capitano) in più un futuro nei quadri dirigenziali del club, più o meno il posto che è stato per qualche minuto di Panucci. Dicevamo del legame con la città: i tifosi del Palermo ieri sono scesi in piazza per una manifestazione pacifica, con lo scopo di convincere Balzaretti a restare. Ufficialmente il terzino vice campione d’Europa con l’Italia ha preso tempo con Zamparini, ma in realtà ha già deciso di accettare la proposta di Sabatini: triennale da 1,5 a stagione. Euro in più, euro in meno. I suoi avvocati, infatti, ieri erano a Trigoria per definire i dettagli del contratto.
La Roma, ufficialmente, deve ultimare la trattativa con il Palermo: 4,5 milioni più bonus è la cifra stanziata. Ma tutto è già stato deciso. Superata di slancio la concorrenza di Lazio e Napoli. Balzaretti voleva solo la Roma, a quanto pare anche perché non fa le coppe e avrebbe più tempo per stare con la famiglia e con la sua compagna, la ballerina Eleonora Abbagnato, che vive a Parigi. Giocare meno, vivere meglio. Contenti tutti. «Io ho fatto il possibile, ma alla fine andrà alla Roma», parole che lo stesso Zamparini si è lasciato scappare. E la Roma vuole portarlo a Irdning.
Adesso Sabatini deve trovare un altro Balzaretti, che però giochi a destra. Rosi gradisce poco il Parma (e anche mollato il suo procuratore, Davide Lippi, che invece lo spingeva in Emilia), Piris è in arrivo, resta Taddei che sa fare un po’ tutto, ma Zeman ha bisogno di un altro uomo: il nome, Vasilis Torosidis, il terzino greco dell’Olympiacos, su cui la Roma ha da tempo messo gli occhi addosso. La Roma tiene d’occhio anche l’evolversi della situazione Maicon. Un desiderio, un sogno, l’utopia di Zeman. Pure lui, come Julio Cesar, guadagna tanto. E poi si è promesso al Real.
Ma non è che la Roma, viste le spese effettuate, venderà qualcun altro? Questo si chiede la gente. Osvaldo viene dato per incedibile, ma l’Inter gli sta addosso. E da qui al 31 agosto non sono escluse sorprese. Anche perché, si narra che Destro, che verrà presentato oggi a Trigoria alle 12.30, era indeciso sul trasferimento alla Roma proprio perché considerava come un ostacolo la presenza di Osvaldo. I due possono tranquillamente coesistere, ma non si sa mai.
Osvaldo sarebbe, molto eventualmente, una cessione che fuoriesce dal discorso sfoltimento rosa. Pizarro, Borriello, Perrotta, questi sono calciatori che Zeman non prende in considerazione e che la Roma sta cercando di sistemare. Borriello punta a tornare al Genoa, che può cominciare a ragionare sul suo acquisto dopo l’eventuale cessione di Gilardino, che ha molte richieste (in particolare da Olympique Marsiglia, Zenit e Torino) e il presidente Preziosi per cederlo chiede 8 milioni.
Un’indiscrezione dall’Argentina: secondo quanto riportato da itasportpress.it, i giallorossi sarebbero interessati a Francisco Cerro, centrocampista ventiquattrenne del Velez. La Roma starebbe pensando a un’offerta di 5 milioni di euro. Dalla Fiorentina in arrivo un portiere, Luca Chessa, classe ’96, giocherà negli Allievi nazionali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy