La nuova Roma in tre mosse

di Redazione, @forzaroma

Per cancellare il clima di anarchia che si era creato dopo una gestione autoritaria, la Roma avrebbe potuto continuare sulla stessa strada rincarando la dose con un altro sergente di ferro, oppure optare per una via pi? democratica.

 

La scelta ? ricaduta sulla seconda. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello sport, i giocatori stanchi dei metodi di allenamento del boemo e delle doppie sedute, hanno accettato di buon grado la scelta del nuovo tecnico Andreazzoli ormai a Trigoria da 8 anni.

 

Molte le differenze tra Andreazzoli ed il suo predecessore: Zeman, tranne in un’occasione, non ha mai optato per un modulo diverso dal 4-3-3. Andreazzoli invece, nella sua lunga carriera da secondo di Spalletti, ?ha giocato sia con il 4-3-3, il 3-5-2 e il 4-2-3-1. Il boemo, scuola anni settanta, crede nel sacrificio delle doppie sedute. Il neo tecnico giallorosso invece, punta pi? sulla serenit? psicologica dei calciatori, con un solo allenamento alle 11 di mattina cosi da poter dare il resto della giornata libero da passare con le famiglie.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy