Vedi Napoli… e lo batti: 3-1

di finconsadmin

(Il Romanista – V.Meta) Chiusura col botto per la Roma, che saluta il 2013 impartendo una lezione di calcio al Napoli di Saurini, battuto 3-1 al Di Bartolomei.

 

Un successo che, combinato con l’inaspettato 0-0 della Lazio a Reggio Calabria, permette ai giallorossi di fare un passo verso la vetta della classifica, lontana ora due soli punti. Una prova convincente sotto tutti i punti di vista: il Napoli, che ha perso per infortunio il suo regista Luca Palmiero dopo meno di dieci minuti, non ha mai dato l’impressione di poter impensierire l’esordiente Skorupski, prestato dalla prima squadra insieme alla coppia di centrali Jedvaj-Romagnoli. Gran partenza della Roma, che passa in vantaggio dapo dieci minuti con un tiro-cross di Mazzitelli che attraversa tutta l’area senza che nessuno intervenga e beffa Contini sul palo lontano. Napoli alle corde, i giallorossi insistono e a ridosso del 20’ raddoppiano tirando fuori dal cilindro una perla che strappa applausi anche a Fichaux, spettatore molto interessato in una delle prime file. Un raffinato schema su calcio di punizione, eseguito talmente bene che poco ci mancava che pure quelli del Napoli stessero a guardare: Battaglia va a battere dal vertice destro e tocca dietro per Mazzitelli, palla in verticale per Trani, scarico in orizzontale e sinistro di Romagnoli che deve solo appoggiare in rete. Il punteggio potrebbe essere ancora più largo se la sfortuna prima e la traversa poi non negassero il gol a Trani. Nella ripresa c’è Calabresi per Jedvaj e la partita si riapre all’11’, quando l’arbitro concede un generoso rigore per fallo tutt’altro che vistoso di Mazzitelli su Tutino: dal dischetto lo stesso attaccante dell’Under 18 spiazza Skorupski con il destro. Questione di cinque minuti, però, e i giallorossi ristabiliscono le distanze: angolo di Verde dalla destra, testa di Calabresi sul secondo palo ad anticipare tutti e palla in rete per il primo gol in Primavera dell’azzurrino. Nel finale c’è spazio per un altro palo, stavolta colpito da Verde, prima che l’arbitro mandi tutti in vacanza. Alla ripresa, si andrà tutto d’un fiato fino al Torneo di Viareggio.

 

ROMA-NAPOLI 3-1

 

ROMA (4-1-4-1): Skorupski; Somma, Jedvaj (1’st Calabresi), Romagnoli (31’st Boldor), Sammartino; Battaglia; Verde, Pellegrini (42’st Shahinas), Mazzitelli, Ferri; Trani. A disp. Proietti Gaffi, Masciangelo, Montefalcone, Adamo, Di Mariano, Cedric, Vina, Taviani, Musto. All. De Rossi

 

NAPOLI (4-3-3): Contini; Guardiglio, Girardi, Luperto, Anastasio; Palmiero (8’pt Prezioso), Romano, Gaetano; Liivak (1’st Bifulco), Rubino, Tutino (35’st Lombardi). A disp. Scarpa, Palumbo, De Simone, Di Fiore, De Iorio, Di Giovanni. All. Saurini

 

ARBITRO: Cifelli di Campobasso

 

MARCATORI:10’pt Mazzitelli (R), 19’pt Romagnoli (R), 11’st rig. Tutino (N), 16’st Calabresi (R)

 

NOTE: ammoniti Gaetano, Guardiglio, Mazzitelli, Rubino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy