Dodò esame di maturità

di finconsadmin

Altro giro altra corsa. Dodò ha davanti a sé un’altra occasione per convincere Garcia e la Roma tutta di essere un giocatore da top club. 

 

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il Dodò che era nella testa di Sabatini quando lo ha pescato dal profondo Brasile, ancora non si è visto. Anche se qualche progresso il ragazzo lo ha fatto registrare, resta per ora un talento inespresso. Ieri per Dodò ha speso parole importanti anche il connazionale  Maicon.

 

«Dodò l’avevo visto giocare in Brasile con il Bahia, è straordinario vederlo in campo ora dopo il suo grave infortunio. In futuro può far bene, ha qualità. Deve imparare tanto e lo sta gia facendo. Oggi i due brasiliani saranno di nuovo chiamati a fare la differenza sulle fasce. A proposito di Maicon, si è confessato a Roma Channel.

 

Contro il Cagliari la sua prestazione è stata un po’ luci e ombre?
«Io sto bene, sono tranquillo, spero di fare una grande partita. Dopo 10 vittorie di fila un po’ di stanchezza è normale, ma dobbiamo dimostrare la nostra forza, dopo tre pareggi. Il nostro obiettivo, come ha detto il tecnico, è arrivare in Europa. Puntiamo a riportare la Roma al suo posto».
La Roma sarebbe pronta per l’Europa?
«Penso di si, dipende da quello che vogliono i giocatori. E, per quello che ho visto, ci sono giocatori forti in questa rosa».
Cosa ne pensi di Garcia?
«Ho una parola per definire il tecnico: un lavoratore instancabile, vuole sempre la precisione. E’ una qualità che hanno solo gli allenatori vincenti».
Garcia molto duro, ma sa anche parlare con i giocatori?
«Deve gestire una rosa di 27-28 bestie (ride), deve saperlo fare ed è bravo anche in questo».
Bergamo campo difficile?
«Certo, a Bergamo ci sono state sempre partite durissime ma abbiamo preparato bene questa partita. Con tutto il rispetto per l’Atalanta, non possiamo non fare punti».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy