La Serie A taglia gli stipendi: riduzione di un sesto

La Serie A taglia gli stipendi: riduzione di un sesto

La formula elaborata da Dal Pino e De Siervo ha compattato i club

di Redazione, @forzaroma

L’assemblea della Lega Serie A approva all’unanimità le linee guida sul taglio dei compensi a calciatori, allenatori e tesserati. La formula elaborata da Dal Pino e De Siervo ha compattato i club (esclusa la Juventus che ha un accordo interno) come di rado accade su temi così economicamente rilevanti.

L’intervento prevede una riduzione di un terzo della retribuzione totale annua lorda se non si riprenderà l’attività, e di un sesto se nei prossimi mesi si completerà la stagione. E’ stata confermata, inoltre, la volontà di portare a termine la stagione e di tornare a giocare, senza correre rischi, solo quando le condizioni sanitarie e le decisioni governative lo consentiranno. Inoltre, sono state analizzate le raccomandazioni per la ripresa di gare e allenamenti delle varie discipline sportive prescritte dalla Federazione Medico Sportiva Italiana, alla luce dell’attuale situazione di emergenza sanitaria.
Infine, la preoccupazione di Tommasi, Aic: «Se le società di serie A si devono trovare in assemblea per dire che non pagheranno gli stipendi, quando in realtà a tu per tu con i giocatori i singoli club stanno cercando accordi di buon senso, è molto preoccupante»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy