Il pressing duro di Fonseca. Offerto Bailey

Il pressing duro di Fonseca. Offerto Bailey

Il tecnico vuole mantenere alta l’intensità della seduta di allenamento. Il giamaicano del Bayer Leverkusen individuato come sostituto di El Shaarawy

di Redazione, @forzaroma

Gioca! Pressa!“. Urla, Paulo Fonseca, ai suoi. Vuole mantenere alta l’intensità della seduta di allenamento dedicata alle esercitazioni tattiche e al pressing, scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica.

Mentre la società si muove sul mercato, cercando di mettergli a disposizione altri giocatori, il tecnico spinge molto sulla ripetitività dei movimenti, alzando ogni giorno l’asticella dell’intensità agonistica. Chiede la massima concentrazione a tutti, e poco gli importa che ci sia chi ha le valigie pronte (vedi Dzeko e Nzonzi): finché saranno a Trigoria con la maglia della Roma addosso, devono dare il massimo.

Intanto Petrachi ha chiuso la cessione di Gerson al Flamengo (nelle casse di Trigoria entreranno 9,5 milioni e il 15% sulla futura rivendita). E sta trattando con la Fiorentina per Jordan Veretout, provando a battere la concorrenza del Milan. Nel frattempo, resta aperta la pista che porta al regista di centrocampo Almendra, del Boca Juniors, che costa intorno ai 18 milioni.

In attacco, individuato il sostituto di El Shaarawy: si tratta di Leon Bailey, attaccante esterno, classe ’97, offerto dal Bayer Leverkusen. Ha una valutazione alta (40 milioni), e i due club si sono sentiti cercando di trovare una soluzione per il trasferimento in giallorosso. Difficile possa rientrare Schick nell’operazione — come vorrebbero tentare da Trigoria — visto che venti milioni di un’eventuale cessione del ceco dovrebbero andare alla Sampdoria da accordi contrattuali. In difesa, i due nomi principali continuano ad essere quelli di Mancini, dell’Atalanta, e Alderweireld del Tottenham, che però chiede un triennale a 4 milioni più bonus, considerati troppi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy