Baldini, le dimissioni provocate dal Totti scrittore

Baldini, le dimissioni provocate dal Totti scrittore

Il consulente del presidente verso le dimissioni. Pomo della discordia la biografia dell’ex capitano giallorosso

di Redazione, @forzaroma

Francesco Totti e Franco Baldini però sono tornati a spaccare la Roma. Il pomo della discordia è la biografia di Totti. “Baldini mi considera il male della Roma perché, a suo dire, condiziono troppo l’ambiente”, ha scritto Totti, in “Un Capitano”. E – come riporta “La Repubblica” – Baldini, avvezzo a entrare e uscire dalla Roma con la stessa frequenza con cui Totti calciava in porta i rigori, ha fatto quello che se ne va: per la terza volta, a dire il vero, dopo le dimissioni del 2004 e quelle del 2013. Lo ha comunicato al solo Pallotta, anche se difficilmente invece potrà abbandonare il ruolo di consulente personale del presidente. Né si capisce perché dovrebbe averne l’intenzione. Soprattutto se le dimissioni sono dettate dalla lettura del libro.

Totti? Se vorrà commentare il passo indietro di Baldini, lo farà oggi. Lui, a quanto risulta, non pare pensarci, anche se non mancano, anche nel suo caso, le contraddizioni. Restare, ad esempio, a lavorare per una società che con Spalletta sostiene lo abbia fatto smettere: “Erano una cosa sola”. E in fondo qualche crisetta di rigetto verso il nuovo ruolo non è che l’abbia nascosta: un anno fa esatto preferì festeggiare i 41 anni a casa anziché seguire la squadra a Baku.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy