De Vito, dall’inchiesta bis: accuse a costruttori, intermediari e manager

Sponsorizzazioni fittizie e incarichi ad hoc agli amici per incassare tangenti senza rischi. In cambio il presidente dell’Aula prometteva di accelerare l’iter di avvio dei lavori

di Redazione, @forzaroma

Sponsorizzazioni simulate, consulenze orientate, incarichi professionali dal perimetro flessibile. Nel concludere l’inchiesta bis su Marcello De Vito e lo stadio della Roma, i magistrati aggiungono nuovi elementi alla descrizione del fenomeno corruttivo. Al bando il passaggio di contanti: i protagonisti della nuova stagione imprenditoriale, privilegiano la sponsorship fittizia o l’incarico professionale ad hoc che veicola guadagni riducendo i rischi. Così ai dieci indagati — avvisati della conclusione dell’inchiesta dei magistrati Paolo Ielo, Luigia Spinelli e Barbara Zuin— vengono contestati altrettanti episodi di consulenze fasulle e sponsorizzazioni confezionate ad arte per remunerare, senza troppo rischiare, gli amici. Con De Vito rischiano il processo per corruzione il socio Camillo Mezzacapo, l’intermediario Gianluca Bardelli, il costruttore Luca Parnasi, gli imprenditori Claudio e Pierluigi Toti, il loro collega Giuseppe Statuto, gli avvocati Fortunato Pititto e Marco Mariani, il manager Davide Zanchi.

Il capitolo investigativo, curato dai carabinieri del Nucleo investigativo, era nato dalle ammissioni di Luca Parnasi, in seguito agli arresti dell’estate 2018 per le vicende dello stadio della Roma. In successione – riporta ‘Il Corriere della Sera’ – De Vito resta impigliato alla ricostruzione dei fatti offerta dall’immobiliarista, quindi è il turno di Mezzacapo, suo socio nella Mdl srl con il quale si muove in tandem e degli altri protagonisti degli approfondimenti. Così Parnasi (ormai a processo per il filone principale dell’inchiesta, quello relativo al progetto di Tor di Valle) distribuisce a Mezzacapo incarichi o promesse di incarichi in cambio della disponibilità di De Vito ad approvare una delibera per la trasformazione dell’area dell’ex Fiera di Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy