Allegri, un trittico per conquistarsi un futuro al Milan

di finconsadmin

(Corriere della Sera – M.Colombo)?Di quell?11 novembre ricorderemo la faccia tirata di?Allegri,imbarazzato nell?analizzare i motivi del quarto (fino ad allora) k.o. interno del?Milan.?

 

Rester? negli occhi il rigore sbagliato di Pato che in quel giorno di autunno scrisse virtualmente la parola fine alla sua avventura rossonera. Ma soprattutto della sconfitta di San Siro con la Fiorentina del rampantissimo Montella non si dimenticher? il travagliato post-partita. Nella notte?Silvio Berlusconi,rientrato da Malindi, convoc? nella sua residenza milanese Adriano Galliani a cui manifest? l?intenzione di?licenziare il tecnico,?visto che il Milan aveva all?epoca solo 5 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

 

Non sembrava che l?allenatore avesse la squadra in pugno e soprattutto a furia di cambiare moduli e interpreti non pareva possedere la necessaria lucidit? per invertire la rotta. L?ad rossonero, storicamente poco propenso ai cambiamenti, invit? al vertice lo stesso allenatore: Allegri entr? nella stanza da licenziato, usc? da confermato. Un girone dopo il mondo si ? capovolto. E non solo perch? il Milan ora ??terzo in classifica,?a due sole lunghezze dal Napoli, con la terza miglior difesa del torneo. Cinque mesi dopo, Massimiliano?Allegri non ? pi? un dead man walking.?Ha acquistato posizioni (in classifica), credibilit? (nell?ambiente), estimatori (in Italia). Ha la chance di riprendersi in mano il Milan, anche per il futuro, prescindendo dal contratto che lo lega alla societ? di via Turati fino al giugno del 2014. Piace a diversi club (sicuramente alla Roma, dove Franco Baldini ? uno dei suoi pi? convinti sostenitori)?ma la sua priorit? ? legata alla permanenza a Milano. A una condizione per?: il rinnovo dell?accordo per evitare di essere di nuovo messo in discussione o delegittimato al primo refolo di vento. Galliani, che pure resta il suo pi? appassionato avvocato difensore, ripete:??Non si prolunga l?accordo a chi ha ancora un anno di contratto?.

 

Quindi cosa succeder?? Berlusconi, dopo essere intervenuto a proteggere il tecnico nei giorni della tempesta, ora ? lontano anni luce dagli avvenimenti calcistici. Sbollita la delusione per l?eliminazione in Champions League, il Cavaliere?che su Allegri nutre comunque perplessit? legate alla gestione delle gare europee?sta dedicando al momento tempo ed energie solo ai ben pi? importanti eventi politici. Ma un fatto ? certo:?Allegri pu? riprendersi il Milan se superer? indenne il trittico di partite che ora attende i rossoneri.?Domenica Balotelli e i suoi fratelli affronteranno la Fiorentina (che ora ? distanziata di 6 punti in classifica), la settimana dopo se la vedranno con il Napoli per lo scontro diretto per il secondo posto, mentre nel turno successivo troveranno la Juventus. Tra diciassette giorni si comprender? se la crescita della squadra sar? concreta o se il Milan, incrociando avversari di spessore, avr? dei gap da colmare.

 

Ecco perch?, se non ? adesso il momento di fare bilanci, a fine aprile sar? invece possibile comprendere con maggior chiarezza se Allegri il prossimo anno sar? ancora il tecnico del Milan. Di certo ora serve concentrazione massima: ? ci? che ha predicato ieri a Milanello Galliani che al trio delle creste (Balotelli, El Shaarawy, e Niang) non ha minacciato multe per la bravata del treno, ma ha chiesto atteggiamenti pi? professionali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy