Genoa-Roma 2-4 LE PAGELLE Osvaldo e De Rossi due risposte da campioni. Totti cambia tutto

di Redazione, @forzaroma

(di Francesco Balzani – ForzaRoma.info) Ennesimo avvio shock della Roma di Zeman rivitalizzata dalle giocate di Totti che “sostituisce” Tachtsidis in regia insieme a De Rossi e dà il via alla rimonta giallorossa firmata Osvaldo. Ennesima prova convincente di Florenzi, ancora male Tachtisidis.

 

STEKELENBURG 7: Può poco o nulla sui due gol, evita il tracollo su Borriello e mostra i denti contro Jorquera. Alla fine della fiera, decisivo.

 

PIRIS 6,5: Come al solito i maggiori pericoli arrivano dalla sua parte, si rifa in avanti quando dopo uno scambio con Totti serve ad Osvaldo il pallone del 2-2 che gli restituisce coraggio e sicurezza. Piccoli, ma importanti passi in avanti.

 

CASTAN 6,5: Insieme a Tachtsidis assiste inerme al tap-in di Jankovic e nella prima mezz’ora Borriello sembra sovrastarlo. Nella ripresa però torna in cattedra e fa capire perché anche il Brasile punta su di lui.

 

MARQUINHOS 6: Quando è nato, Totti aveva già giocato 10 partite in serie A. Questo la dice lunga sulla sua tenera età, ma il brasiliano tanto voluto da Zeman ce la mette tutta e dopo l’avvio da incubo (con colpe sul gol di Kucka) prende le misure a Borriello e compagni e si porta a casa la pagnotta.

 

BALZARETTI 5,5: La fretta spesso lo tradisce e lo porta a fare un bel po’ di confusione, anche quando sale in attacco non impensierisce più di tanto . Ci sta dopo tanto sudore speso anche in nazionale.

 

DE ROSSI 6,5: Riabilitato dopo l’esclusione con l’Atalanta nel primo tempo sembra di assistere di nuovo alla trasformazione da fenomeno in azzurro a fantasma in giallorosso. Quando la Roma inizia a macinare però torna protagonista e quando imposta l’azione al posto di Tachtsidis è tutta un’altra musica. Insomma come passare da Pupo a Vasco Rossi.

 

TACHTSIDIS 5:  La domanda nel primo tempo nasce spontanea: si può lasciare fuori Pjanic per far giocare il greco? Innesca l’azione del gol di Kucka, si guarda Jankovic in occasione del raddoppio  e davanti a lui qualsiasi avversario sembra andare al doppio della velocità. Totti e De Rossi prendono il suo posto quando le cose vanno male, e la partita si ribalta. Nel secondo tempo con il Genoa in difficoltà va decisamente meglio.

 

FLORENZI 6,5: A inizio stagione ci si chiedeva se era già pronto per la serie A, oggi sembra già pronto per la Nazionale.  Lui e Totti dialogano come se si conoscessero da anni e i suoi inserimenti impensieriscono eccome la difesa rossoblu. Come se non bastasse mette sulla testa di Osvaldo la palla del 2-3.  (dal 32’st Pjanic ng: Toh, chi si rivede)

 

LAMELA 6,5: Nel primo tempo mostra denti e tacchetti e solo quelli. Nella ripresa si rivedono a sprazzi i suoi lampi di classe e si inserisce in profondità proprio come vuole Zeman. Nel finale mette in ghiaccio la partita con il terzo gol stagionale.

 

OSVALDO 7,5: Impalpabile fino al 43′ del primo tempo. Poi sfodera due prodezze da tre punti e torna l’Osvaldo Furioso di sempre.  Destro è avvisato: il bomber della Roma è lui. (dal 42’st Bradley ng)

 

TOTTI 8: Capitano vero. Quando si accorge che lì davanti non arriva un pallone, arretra e cerca di illuminare un gioco spento. Poi torna davanti, segna il gol numero 217, innesca l’azione del 2-2 e rivitalizza una Roma che sembrava morta. L’unico, il solo e l’ultimo a mollare. Commovente.

 

ZEMAN 6,5: Dopo Juve e Atalanta, altro avvio agghiacciante della sua Roma. Il gol di Totti però cambia tutto e Cenerentola si trasforma in Principessa. Ora però cambi regista per il film della stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy