RITIRO AS ROMA – La passione di un tifoso

di Redazione, @forzaroma

(dall’inviato a Brunico ALBERTO BALESTRI) “La Roma si ama, non si discute” questo è il credo di tutti i tifosi giallorossi che, ogni domenica, ogni partita, ogni allenamento, non mancano mai di sostenere la squadra ed i propri idoli. Parliamo di persone di qualsiasi ceto sociale, ubicazione geografica, ma soprattutto nazionalità. A testimonianza dell’universalità del tifo e della passione che coinvolge milioni di persone attorno alla Roma. Un esempio di tifoso DOC è incarnato da Massimiliano Passeri (44 anni) ed una vita dedicata alla AS Roma. Massimiliano segue sempre la Roma Prima Squadra e, da circa 4/5 anni, segue anche la Roma Primavera alla quale fa i complimenti per il recente Scudetto di categoria vinto lo scorso 12 Giugno al “Marcello Melani” di Pistoia: “Sono stati fantastici! C’hanno regalato l’unica gioia della stagione”. Massimiliano, noto a Trigoria per la sua enorme passione per la Roma, ricorda con molta emozione il suo primo derby in Serie A in trasferta (per modo di dire ovviamente): Lazio-Roma 0-3 (Balbo, Cappioli e Fonseca) “Un’emozione grandissima. Uno dei giorni più belli della mia vita”. Mentre la partita che ricorda con maggior malinconia invece è la Finale di Coppa Campioni Liverpool-Roma 1-1 (4-2 dcr) disputata all’Olimpico sulla quale dice: “Non ero allo stadio e di quella gara ricordo solo l’enorme sofferenza davanti al televisore”. Poi proseguendo, ci confessa anche la sua personale Top3 della storia della Roma e della storia Roma Primavera. Della Prima Squadra dice: “Totti fuori classifica. Primo Falcao, poi Batistuta e Voeller (il tedesco volante, ndr)” mentre della storia della Primavera dice: “Greco primo. Ciciretti secondo e Caprari terzo”. In conclusione dice la sua anche sul neo-tecnico Luis Enrique, sul nuovo DS Walter Sabatini e sugli Americani: “Luis Enrique non mi convince – dice Massimilianosecondo la squadra dovrebbe fare molto più lavoro atletico. Sabatini è un ottimo DS mentre gli Americani hanno portato una ventata di entusiasmo. Spero non si tirino indietro all’ultimo”. Questa è una delle testimonianze più sentite raccolte qui a Riscone di Brunico tra i tifosi giallorossi che, come sempre, non mancano di essere i tifosi più calorosi ed appassionati del mondo.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy