Mazzone: “Rossi? Un allenatore non può arrivare a questo”

di Redazione, @forzaroma

«A Delio Rossi concedo una piccola attenuante per lo stress e la tensione del momento, per la grande pressione legata alla situazione della Fiorentina. Ma la nostra immagine deve essere un’altra: non si può arrivare a picchiare un giocatore».

Carlo Mazzone commenta così all’Adnkronos il brutto episodio dell’aggressione dell’ormai ex tecnico della Fiorentina a Adam Ljajic. «Rossi mi sembrava una persona tranquilla e serena, in noi allenatori ci sono sempre delle tensioni particolari ma non si può arrivare a fare questo», dice Mazzone, che ai tempi del Brescia rimediò una maxi-squalifica per avere ricambiato le offese dei tifosi dell’Atalanta dopo una corsa sotto la curva dei tifosi avversari. «Era una situazione diversa – precisa- c’erano cori contro la mia romanità e offese a mia madre che purtroppo non c’era più. Ma io non ho mai sfiorato il contatto fisico con un mio giocatore, ho sempre richiamato il calciatore ma allo stesso tempo ho avuto sempre grande rispetto per l’uomo». «Anche da parte dei calciatori -fa notare Mazzone- deve esserci rispetto, ma non voglio giustificare il brutto episodio di Firenze: Rossi ha sbagliato, è andato fuori di testa. Forse è stato offeso e si è sentito tradito dal ragazzo, ma noi allenatori dobbiamo dare il buon esempio. Ora pagherà le conseguenze, deve tirarsi per un pò fuori dal mondo del calcio e poi piano piano rientrerà».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy