Entusiamo Del Piero: “In Australia il calcio è una festa”

di Redazione, @forzaroma

L’Australia ha stregato Alessandro Del Piero. Con il suo calcio diverso, in cui “ogni partita è una festa”. Parola dell’ex capitano bianconero che affida al suo sito le emozioni dopo le prime settimane in A-League. Con 2 gol di tre partite, e l’ultima gemma della rete decisiva nel derby con il Western Sydney Wanderers, la partenza dell’avventura australiana di Del Piero può essere già definita un successo.

DERBY D’AUTORE – “E’ veramente bello ricominciare ad allenarsi e puntare al prossimo obiettivo la partita in casa contro il Perth” – scrive il numero dieci, “con la spinta e l’entusiasmo della prima vittoria stagionale, ottenuta in una partita molto sentita”. Una vittoria sigillata con un proprio gol. “Beh, diciamo che non poteva esserci miglior prima volta. Sì, la mia prima vittoria con la maglia del Sydney”, aggiunge Del Piero.

VOGLIA DI CALCIO – Rivolgendosi ai suoi fans, l’ex juventino sottolinea un altro aspetto. “Quello che vorrei condividere con voi, però, non è tanto la soddisfazione per un risultato o per una rete, ma le straordinarie sensazioni che sto provando in questa nuova avventura in A-League”. Emozioni che hanno sorpreso lo stesso giocatore. “Sapevo che qui si poteva fare bene, che c’era grande voglia di calcio, che il mio arrivo sarebbe stato accolto con grande entusiasmo”. La conferma è arrivata dopo poche settimane. “Non immaginavo che attorno a questo sport – al mio sport – ci fosse così tanta passione, così tanto calore. Qui c’è voglia di calcio, c’è voglia di agonismo, di competizione. E di fare il tifo per la propria squadra. Tifo per, più che tifo contro”, spiega il fantasista.
L’ITALIA E’ LONTANA – Un panorama completamente diverso rispetto a quello che offre il calcio italiano tra accuse, cori offensivi, stadi devastati. “Ogni partita è una festa, anche chi scende in campo percepisce questa atmosfera e vi assicuro che giocare in questo clima è bellissimo”, afferma. “Insomma, tutto questo per dire che il calcio è una cosa meravigliosa; Ed è uno splendido, divertente, gioioso (e serissimo) gioco. Ci vediamo sabato in campo!”, dice dando appuntamento al prossimo match di A-League. L’obiettivo, ovviamente, è segnare e vincere. Con una prima volta curiosa. “Ps. Mi hanno fatto notare che non avevo mai segnato un gol su ribattuta dopo aver sbagliato un rigore. Sinceramente non ricordo”, conclude l’ex bianconero. Ma guai a dirgli che è colpa dell’età.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy