Derby della Mole, arrestato il tifoso juventino che ha lanciato la bomba carta

“Pure oggi ti ho fatto vedere di che pasta sono fatti i bergamaschi”. C’è anche questo fra i messaggi che inchiodano il tifoso juventino protagonista in negativo lo scorso 26 aprile per i fatti accaduti durante il derby della Mole

di Redazione, @forzaroma

Pure oggi ti ho fatto vedere di che pasta sono fatti i bergamaschi”. C’è anche questo fra i messaggi che inchiodano Giorgio Saurgnani, il tifoso juventino arrestato con l’accusa di aver preso parte al lancio della bomba-carta allo stadio Olimpico di Torino lo scorso 26 aprile durante il derby della Mole. Saurgnani, oggi detenuto a Bergamo, scambia spesso con un gruppo di amici dei commenti su tafferugli negli stadi: se per il suo avvocato difensore i post sono soltanto “una forma di fanatismo surreale, vanaglorioso e privo di pericolosità”, per i giudici sono lo “specchio di una allarmante esaltazione” e, nel caso della bomba, un indizio che giustifica la custodia cautelare.

Nell’ordinanza si fa presente che il 19 aprile, pochi giorni prima del derby, un amico chiese a Saurgnani se aveva bombe a casa, e il bergamasco rispose: “No, prendile in America”. Secondo il tribunale parrebbe il soprannome di uno degli amici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy