Carraro: “Scommesse? La Nazionale va messa da parte”

di Redazione, @forzaroma

«La nazionale interessa alla stragrande maggioranza degli italiani, ha un grandissimo prestigio, è la seconda al mondo dopo il Brasile. Si appresta ad affrontare un impegno importante come l’Europeo in un girone impegnativo e debutterà con la Spagna,

alla presenza del Presidente della Repubblica. La squadra credo vada messa da parte, speriamo faccia bene. Poi c’è il momento difficile, molto complicato, determinato dalla vicenda delle scommesse, speriamo l’organizzazione riesca a trovare il bandolo della matassa».

Sono le parole dell’ex presidente di Coni e Figc, Franco Carraro, a ‘La Politica nel Pallone – su Gr Parlamentò sullo scandalo del calcio scommesse che ha toccato anche la Nazionale. «La cosa più importante è che speriamo si riesca a gestire queste vicende che si intersecano l’una con l’altra e di cui non ne conosciamo la fine. Speriamo la federazione, insieme alla giustizia italiana e forse anche internazionale, riesca a fermare il malaffare che sta intorno al calcio»m aggiunge Carraro.

 

«Amnistia? Da tempo non sono più addetto ai lavori per il calcio, quindi so meno dei giornalisti. Prima delle amnistie ci devono essere i giudizi, bisogna studiare bene il fenomeno e capire cosa si può fare» per arginare il fenomeno, prosegue Carraro. (Adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy