Astori, i risultati dell’autopsia: confermato l’arresto cardiaco

Appurata la morte per cause naturali. La salma torna alla famiglia. Giovedì mattina i funerali

di Redazione, @forzaroma

Confermata la morte per arresto cardiaco dopo l’autopsia effettuata oggi sul corpo di Astori. Per il calciatore, scomparso nella notte tra sabato e domenica, un decesso cardiaco senza evidenze macroscopiche, su base bradiaritmica. I battiti hanno rallentato all’improvviso fino a che il cuore non si è fermato definitivamente. Questo il referto ufficiale: “In base alle evidenze dell’esame autoptico effettuato in data 6 marzo 2018 sul cadavere di Astori Davide Giacomo, in riferimento alla causa di morte, la si può indicare come causa di morte cardiaca, senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica, con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare. Per la diagnosi definitiva, sono necessari approfonditi esami istologici”. Esami che verranno effettuati tra 60 giorni, con il Pm Loffredo che ha dato il nulla osta per consegnare la salma alla famiglia. Giovedì mattina i funerali a Firenze, ai quali parteciperanno anche diversi giocatori della Roma, tra cui De Rossi e Nainggolan, che erano molto amici di Astori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy