Zeman: “Voglio portare entusiasmo. Totti è uno dei più grandi della storia. Portiere titolare? Ancora nessuna scelta”

di Redazione, @forzaroma

Vigilia di campionato, Zdenek Zeman ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida contro il Catania:

 

Nei convocati non ci sono nè Borriello nè Perrotta.
“In questo momento porto i calciatori che penso di utilizzare. non è detto che in futuro la cosa non cambi.”

 

Domani Stekelenburg titolare? Potrebbe essere ceduto?
“La formazione la dò domani, non oggi.  Lui è uno dei migliori portieri d’Europa, è bravo. Poi non vuol dire che senza di lui non si possa giocare, altre squadre non ce l’hanno eppure giocano.”

 

Goicoechea lo ha indicato lei?
“Lo avevo indicato lo scorso anno a Pescara. Mi piace.”

 

 La Roma è alla pari con le grandi?
“Dobbiamo dimostrarlo sul campo. Io mi auguro un campionato positivo, in cui riusciamo a giocarcela con tutti. Antagonista?  Solitamente si dice delle squadre che hanno fatto bene l’anno scorso, quelle che sono finite davanti a noi. Ora si parte da zero, non credo che tutte saranno pronte per dimostare subito di che forza sono. Noi andiamo gara per gara per capire dove possiamo inserirci.”

 

Le sue emozioni?
“Ora sto bene, mi sento a casa. Sto ricominciando da capo, vorrei fare tante cose e spero possa riuscirci. Sono tornato dopo anni e vorrei fare qualche cosa di buono per i tifosi, una piazza come questa non si trova facilmente. Voglio dare entusiasmo.”

 

Le polemiche?
“Sono successe brutte cose, è normale che ci sia un brutto clima. Spero si possa migliorare e fare calcio come si deve.”

 

 Ha senso un campionato che inizia con il mercato aperto?
“Non mi piace ma sono questi i regolamenti. Per un allenatore sarebbe meglio avere una squadra già fatta su cui lavorare.”

 

 I bookmakers puntano molto sulla Roma per lo scudetto, ci crede?
“Io credo in quello che faccio, quindi voglio credere in questa cosa, altrimenti le motivazioni vengono meno. Mi auguro che la Roma possa dimostrare che si può giocare al calcio e fare i risultati.”

 

 Come mai ancora non ha scelto il portiere titolare?
“Scelgo in base a quello che vedo sul campo. Lo scorso anno a Pescara ero partito con Pinsoglio, poi non ha mai parato…Oggi ho due portieri bravissimi, nazionali, e non ho problemi. Il mercato non c’entra, su Goicoechea si è parlato molto, per me è un’operazione di qualità a poco prezzo. Alla società ho suggerito anche Messi e Cristiano Ronaldo, poi non è detto che si possano comprare. Goicoechea potrebbe venire a fare il terzo, tutte le squadre ne hanno uno, a volte anche quattro.”

 

Questa è la stagione più importante di Zeman? Ha qualche scommessa da voler vincere?
“Non sono ossessionato dalla vittoria. Se giocheremo bene vinceremo, poi possono esserci squadre che fanno meglio di noi. Mi auguro di portare la gente allo stadio, è questa la mia scommessa.”

 

Questa è la squadra più forte che ha allenato?
Deve ancora fare, quindi non posso giudicarla. Ho una rosa importante, ci sono giovani di qualità che io devo riuscire a far elevare.”

 

Un giudizio sull’attacco di Conte alla giustizia sportiva?
“Non so che dire, è diventato un processo mediatico. Una volta se uno diceva certe cose veniva deferito e squalificato.”

 

Come sta Totti?
“Bene”

 

Come arrivano i calciatori a questa prima?
“Sono soddisfatto della preparazione, magari non sono soddisfatto del lavoro di questa settimana in cui c’è stato un grande caldo che non ha permesso di lavorare su ritmi alti.”

 

Che partita si aspetta con il Catania?
“L’hanno scorso ha fatto bene, giocando belle partite. Loro hanno cambiato poco, noi tanto e vedremo se siamo in grado di esprimerci al meglio da subito. Punto sulla voglia di fare e sull’aiuto della gente. “

 

Totti può tornare in doppia cifra? Un giudizio su Bojan?
“Totti è uno dei più grandi giocatori della storia, poi dipende anche da cosa fa la squadra. Bojan non è al meglio, ha avuto dei problemi sin dall’inizio del ritiro. Per me è importante, ha colpi e spero che ci aiuterà tanto. Penso che vada meglio come esterno che come centravanti.”

 

Lopez è più avanti rispetto a Lamela? Il ruolo di Totti lo avete definito insieme?
“Lopez e Lamela sono allo stesso livello, nel senso che hanno capito poco. Sono fisicamente e tecnicamente eccezionali. Totti è tornato a fare ciò che faceva 13 anni fa, lui aiuterà a far fare tantissimi gol a Pjanic e Balzaretti.”

 

Romagnoli e Marquinhos possono essere alternative valide? Sente molta aspettativa del pubblico?
“Loro sono la mia gioia. Spero che Burdisso e Castan facciano le riserve, lo dico perché mi farebbe piacere per i ragazzi. Romagnoli può stare tranquillamente con noi. Marquihnos ha già giocato ad alti livelli.”

 

Bradely? Serve un altro terzino?
” Mi piace, è eccezionale come comportamenti. Abbiamo fiducia nel recupero di Dodò, siamo in quattro e bastiamo, poi sia Balzaretti che Taddei possono fare tutte e due le fasce.”

 

Soddisfatto della preparazione? Come mai la Juve risponde sempre in modo “acido” alle tue dichiarazioni?
“La squadra ha fatto le prime quattro settimane con tanta voglia di imparare. La gara contro il Catania mi darà le prime risposte, ovvio che mi immagino una squadra che vada alla ricerca della vittoria tramite il gioco. Sulla Juventus non so, io continuo a dormire tranquillo, loro non so.”

 

Conte ha detto che “quello che è successo a me può succedere anche ad altri allenatori”, che ne pensa? Ci presenta Goicoechea?
“Difficile valutare ma lui non è mai venuto fuori dicendo “ho fatto quelle cose”. Il portiere mi piace, è un buon investimento per il futuro. Ma non voglio fare il direttore sportivo, non mi immischio.”

 

Smettere di fumare al posto dei risultati sportivi, lo farebbe?
“Se mi va di fumare fumo, il calcio non dipende da queste cose ma dal lavoro e l’applicazione.” 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy