Totti, il bambino che ha ricevuto la fascia è il capitano dei 2006 della Roma – FOTO

Si chiama Mattia Almaviva e oggi ha vissuto un momento che porterà con se tutta la vita

di Redazione, @forzaroma

La cerimonia dell’addio di Totti è una di quelle cose che ogni tifoso romanista non scorderà mai. Le lacrime di tutto lo stadio, compagni compresi, gli striscioni, i cori e lui, il capitano al centro di tutto. Uno dei momenti più toccanti è stato il passaggio della fascia, dopo la lettera che Francesco ha letto ai tifosi. Come riporta Roma Tv, il bambino che ha avuto l’onore di riceverla, sconosciuto ai più, è Mattia Almaviva anche lui capitano nella Roma, ma nella categoria dei 2006. Un momento che non scorderà per tutta la vita.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. baggiofrancescon_429 - 3 anni fa

    Con tutto il rispetto ,ma credo che i drammi siano altri,Ci sono si i drammi sportivi,ma anche in questo caso sono altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Suremes - 3 anni fa

    In Australia dalle 2 del mattino del lunedi’ abbiamo vissuto il dramma della partita e dell’addio di Totti con ansia e lacrime agli occhi come i presenti all’Olimpico. Grazie a Capitan Totti per quanto ha dato alla Roma come calciatore e ai presenti all’Olimpico per un’esperienza indimenticabile. Un caro saluto dall’Australia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. encat - 3 anni fa

      ciao, hai usato proprio il termine giusto, la partita di ieri è stata un autentico dramma, non tanto per l’annunciato addio del Capitano quanto per quello che si è visto in campo, a tratti imbarazzante.
      I numeri alla fine sono da grande, anzi grandissima squadra: secondi in campionato, record di punti e di gol segnati, Dzeko capocannoniere.
      Però soffrire in quel modo contro una squadra oggettivamente non di primo piano, che fino a una settimana fa non era nemmeno sicura della salvezza, mi piange il cuore dirlo, non è da grande squadra. Si ok si può contestare che contro la Roma giocano tutti col sangue agli occhi mentre contro altre non è così, ma una grande squadra deve essere superiore anche a questo; la Roma in alcuni momenti della partita sembrava in bambola, ho visto degli errori di concentrazione banali, non ammissibili.
      E comunque, mettendo da parte l’orgoglio ferito da tifoso, al Genoa vanno fatti i complimenti perché ha onorato fino alla fine il campionato: ben messo in campo, un buon portiere e un ragazzo estremamente interessante che farà strada.
      Gli stessi complimenti non li merita l’odiata Samp, che è un disonore per il calcio veder giocare

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy