Torino-Roma, il web granata: “Contro i giallorossi solo grinta. Ljajic in campo anche con le stampelle”

I tifosi torinisti indicano la ricetta giusta per affrontare Totti e compagni: “Squadra aggressiva e pressing asfissiante. Con Miha siamo dei picchiatori”

di Mirko Porcari, @MirkoPorcari

“Troppe assenze e tanti squalificati, con la Roma sarà dura”, la sintesi dell’attesa è tutta qui, in un sos virtuale che disegna perfettamente il momento del Torino: dubbi dentro e fuori dal campo, il web granata moltiplica le sensazioni alla vigilia di una gara che ha davvero tutto per definirsi più che complicata. “Se continuiamo così a fine campionato ci arriviamo solo con i giocatori della primavera”, ironia a denti stretti per esorcizzare un dilemma che scuote la coscienza: “Preferite la tattica o i muscoli?”, se non si possono avere tutte e due sarebbe meglio abbinare un’intelligenza che aiuti a sopravvivere in parità numerica per tutti i novanta minuti.

Da Ventura a Mihajlovic c’è stata la necessità di cambiare modalità di approccio al campo, a distanza di pochi mesi già si sono creati i partiti che appoggiano o criticano l’ex allenatore del Milan: “Dopo tutti gli equivoci visti con Ventura, finalmente questa squadra ha un’anima”, no al calcio propositivo dunque, spazio piuttosto a un pragmatismo apprezzato non da tutti. “Siamo una squadra di picchiatori, questa è la verità. Del resto con uno come Mihajlovic cosa dovevamo aspettarci?”.

A prescindere dalle considerazioni sulla bontà della guida tecnica, un punto fondamentale accomuna i pensieri di tutti quanti: “Con la Roma sarà una lotta”, la metamorfosi di prospettiva crea spazio per un’impresa sportiva, se c’è bisogno di seguire i dettami dell’allenatore tanto vale farlo fino in fondo.
“Squadra aggressiva e pressing asfissiante”, il metodo è semplice ed è costruito sui polmoni di centrocampisti e difensori tanto quanto il carattere di Miha: “Finalmente si vede una squadra che ha grinta, non dobbiamo mollare un centimetro, in particolare contro una squadra come la Roma”.

Andando al campo, i granata devono ancora fare a meno di Adem Ljajic: il serbo non è pronto a ritornare disponibile, il tecnico granata dovrà rinunciarci ancora per un po’. Se fosse per i tifosi, il serbo sarebbe già in campo: “Lui e Belotti sono gli unici buoni in questa squadra, li farei giocare anche con le stampelle”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy