Stadio Roma, il Codacons valuta il ricorso: “Deve essere dei tifosi e del club, non di società finanziarie”

L’associazione comunica: “Valuteremo se ricorrere al Tar del Lazio per bloccare la realizzazione del nuovo impianto giallorosso”

di Redazione, @forzaroma

Dopo l’atteso accordo raggiunto ieri sullo Stadio della Roma, il Codacons annuncia un possibile ricorso: “Valuteremo nel dettaglio tutti gli aspetti dell’opera di Tor di Valle, affinché il progetto sia realmente utile ai cittadini e non rappresenti solo un regalo ai costruttori – spiega l’associazione in una nota – Ciò che è certo, è che il nuovo stadio dovrà essere dei tifosi e della società sportiva Roma, e in nessun caso accetteremo che la proprietà del nuovo impianto finisca nelle mani di società finanziarie con fini immobiliari, che snaturerebbero il fine stesso del progetto”.

Concludendo con questa riflessione, “il Codacons valuterà se ricorrere al Tar del Lazio per bloccare la realizzazione del nuovo stadio giallorosso, qualora emergano violazioni delle norme, situazioni di conflitto a danno dei romani e degli utenti o pericoli per l’ambiente legati alla particolare situazione idrogeologica dell’area”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. romaugusta - 4 anni fa

    Ma sempre a dire cose insensate stai! Ma vattene a cuccia e cercati un lavoro più serio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy